Resoconto personale Riunone Regionale MoVimento 5 Stelle Campania [VIDEO] 30/09/2012

Le riunioni per il moVimento 5 stelle sono la cosa più importante che ci possa essere, sono un momento di aggregazione e di scambio, nonchè anche di sviluppo di nuove proposte ed idee.

Il confronto e la condivisione dei temi ci arricchiscono e ci danno la possibilità di avere nuove conoscenze e nuove prospettive. Ieri il fattore metereologico non ci è stato favorevole, ma un poco d’acqua non ci ha fermati e quindi siamo andati avanti con gli interventi e con alcuni tavoli tematici, personalmente mi sono astenuto dai tavoli (virtuali, perchè si è stati all’impiedi) perchè ero molto stanco mentalmente, ma sono rimasto molto felice nel vedere tantissime persone collaborare su temi anche nuovi come Liquid Feedback ed altri ancora.

Gli interventi al microfono sono stati vari ed hanno rappresentato un pochino tutti gli aspetti, dalle giuste critiche, a temi come il fisco, la casa, i trasporti, la salute ecc ecc. Ho ascoltato persone nuove del moVimento e persone già conosciute, tutte naturalmente animate dagli stessi principi e valori. Ai nuovi mi sento di suggerire di cercare un pochino in rete tutto quello che è stato fatto in precedenza dal moVimento in Campania ed anche a livello nazionale, semplicemente ricercando il tema che si vuole affrontare ed aggiungendo a fianco “movimento 5 stelle” in modo da poter verificare se il tema sia già stato trattato ed apprendere il livello di conoscenza al quale si è arrivati, in questo modo ci si potrà avvantaggiare, reperire notizie informazioni e i nomi delle persone che vi ci sono dedicati e magari contattarle. (cerca anche su Youtube)

Ai meno nuovi, mi sento di dire che ormai sono tanti anni che dedicate come me il vostro tempo al moVimento, stiamo raggiungendo risultati fantastici in un tempo brevissimo, questo grazie a tutti i sacrifici fatti in termini di tempo, fatica, ecc ecc. Non bisogna assolutamente mollare, anzi è proprio questo il momento di fare da auto-strada (automaticamente strada) a tutte le forze che si stanno unendo al moVimento, incanalandole nella giusta direzione, essere collaborativi al massimo e se si hanno delle conoscenze specifiche di cercare quanta più attenzione possibile per portare avanti tutti assieme un progetto.

I temi più caldi ed importanti sono sicuramente molti, ma ci sono settori come l’Energia, la Salute, i Trasporti e l’Economia che hanno bisogno di conoscenze ben specifiche e di esperienza, c’è bisogno di far comprendere a più persone possibili quali sono gli indirizzi da seguire.

Nello specifico ed in estrema sintesi intendo ad esempio :

1) Energia – meno se ne spreca più efficiente sarà la tecnlogia meglio sarà

2) Salute – orientarsi verso un sistema generale che non si limita a curare, ma che previene le malattie seguendo gli stili di vita delle persone

3) Trasporti – non possiamo certo pensare ancora pensare di andare tutti in auto, nemmeno in quella elettrica perchè ridurremmo i gas emessi, ma il traffico nelle città rimarrebbe

4) Economia – non si può ascoltare in una riunione del moVimento 5 stelle, “il rilancio dei consumi” dovrebbe essere chiaro che il sistema che vuole il rilancio dei consumi non è sicuramente quello a cui stiamo puntando, ma è quello trapassato e fallito che ancora cerca di tenersi in vita, ma manca pochissimo alla sua sepoltura definitiva. Quello che va prodotto deve avere un utilità concreta non si può produrre solo per fare girare per il globo una merce, non si può produrre a discapito della salute collettiva come ad esempio fa l’Ilva, abbiamo davvero bisogno di un economia locale che sia in grado di produrre ciò che serve e ciò che duri anche nel tempo.

Chi ha un progetto e lo vede in mente sua in modo chiaro e fattibile, deve cercare aiuto, convolgere gli altri, deve essere martellante deve farsi comprendere, organizzare incontri e discussioni sul web (evitando possibilmente Facebook che è dispersivo), crederci e alla fine il risulato arriverà. Di idee ne siamo pieni, il paese ne è pieno, ma dobbiamo concretizzarle, dare la possibilità a tutti di vedere e toccare con mano nuove soluzioni, nuove prospettive.

Studiare il caso dello Scec è secondo me emblematico, da piccolo gruppo di studio nel Meetup di Napoli, ad associazione Nazionale, che organizza incontri ed eventi tutti i giorni. Ci sono centinaia e centinaia di volontari che vi si dedicano ed al suo interno oggi l’associazione Arcipelagoscec vanta secondo me dei progetti per il paese che sono più che avanti, infatti sembrano impossibili, ed è questa oggi una quasi garanzia di successo. I progetti più folli, quelli che sembrano irrealizzabili, sono quelli che hanno maggior possibilità di successo.

Quanti credevano che il moVimento 5 stelle fosse un bluff, un moVimento come un’altro destinato a scomparire ? Beh secondo me tutti quelli che non ci hanno mai prestato attenzione, tutti quelli che ci hanno abbandonato quando si doveva prendere una decisione importante, che andava in controtendenza con tutto quello che era stato fatto sino ad oggi dagli altri (vedi rimborsi elettorali), o quando abbiamo rifiutato alleanze politiche comode che avrebbero ripagato con risultati quasi certi, vedi alleanza con De Magistris, che ha provocato un’emorraggia nel moVimento, infatti tutti quelli che non hanno retto la botta della “non alleanza con chi è amico dei partiti” se ne sono andati e secondo me oggi rimpiangono il moVimento, perchè si trovano senza più un progetto serio e valido, ma come sapete nel moVimento non ci sono padroni di casa, la porta è aperta a tutti, sempre.

Ora che ti ho seccato abbastanza con le mie chiachiere da moVimentista ti lascio alla parte più importante ovvero alcuni video che ho registrato ieri, degli interventi che vorrei ascoltassi, uno per uno.

Giuseppe Rondelli – moVimento 5 stelle Napoli

17 commenti su “Resoconto personale Riunone Regionale MoVimento 5 Stelle Campania [VIDEO] 30/09/2012

  1. Grande Giuseppe, mi sono ritrovato in pieno in quello che hai scritto. Grazie Giuseppe per aver trovato le parole giuste per spiegare cos’è stato questa riunione e il M5S Campania ed aver incoraggiato tutti, vecchi e nuovi ad impegnarsi e credere nelle buone idee da qualunque parte arrivino.

  2. Ciao,
    non ho visto il mio intervento (politica monetaria:dittatura monetaria della BCE) sui video da te messi in rete … hai qualche motivo in particolare o lo hai semplicemente “censurato” come fanno gli attuali poteri forti sull’argomento da me trattato?
    grazie per tua eventuale risposta
    Avv. Ionta

    1. Ciao Roberto, io solitamente riprendo tutte le riunioni e metto i video in modo integrale sul canale youtube del movimento, quindi anche 1, 2 o 3 ore di riunione.

      Anche questa volta ero venuto con l’intenzione di riprendere tutto, e mi ero portato due videocamere per essere certo di riprendere, una con il cavalletto ed una con un 3 piedi per metterla più facilmente da qualche parte, se non fosse stato possibile usare il cavalletto.

      Siccome pioveva non sono riuscito a piazzare una videocamera in modo fisso e mi sono rifugiato sempre causa pioggia sul lato, sotto il tetto di uno degli spogliatoi (quelle casine di legno).

      Così ho ripreso soltanto alcuni degli interventi che ho qui riportato, perchè la batteria non mi avrebbe consentito di riprendere tutti gli interventi che credo siano stati circa una 30ina.

      Ho visto che gli amici di Giugliano hanno fatto la diretta straming ed avevano un ulteriore videocamera con tanto di plastiche per evitare che si bagnassero sono certo che avranno ripreso il tuo intervento, o forse è già on line e non lo sappiamo.

      Ti consiglio di chiedere a loro, se non sai a chi chiedere scrivimi pure e vediamo di recuperare il tuo intervento.

      Saluti, Giuseppe

      (giuseppe.rondelli@movimento.napoli.it)

      1. Ciao Giuseppe,
        grazie anzitutto della risposta e mi dispiace per il problema tecnico che ti è capitato. Speravo di poter recuperare il video per capire se sono stato chiaro o meno…la materia è abbastanza tecnica e credo abbisognasse di più tempo per farla comprendere anche a chi non sa assolutamente cosa fa la banca centrale europea (e bankitalia) ai nostri danni, facendosi pagare gli euro non al costo della stampa tipografica (meno di un euro) ma per il loro valore nominale (ad es. la banconota da 50 euro la paghiamo con titoli di stato per 50 euro più gli interessi) senza controvalore in oro e accrescendo così il nostro debito pubblico (sul ricavato della vendita dei titoli addirittura ci evadono anche le tasse). Spero che queste poche righe possano far capire il furto che stiamo subendo da questa associazione a delinquere “legalizzata” dal trattato di mastricht che coinvolge tutti i poteri forti (governi, banche e altre lobbies) e contro le quali dovremmo lottare per liberare la nostra economia da questa schiavitù e riappropiandoci della stampa direttamente in italia degli euro.
        saluti
        Avv. Roberto Ionta

  3. Condivido in gran parte la riflessione sull’incontro, purtroppo, per impegni già presi, non ho preso parte ai lavori pomeridiani, però una cosa la voglio ribadire:
    tu dici che qualcuno è andato via per la “non alleanza con chi è amico dei partiti”, io non preferisco chi è amico di certi giornalisti.
    Spero sarà pubblicato questo mio commento ed è vero quello che dici “nel moVimento non ci sono padroni di casa, la porta è aperta a tutti, sempre”.
    Gennaro Fusco

    1. Ciao Gennaro, nel moVimento 5 stelle si fatica moltissimo in tutti i sensi. Ogni decisione presa è sempre frutto di studio e di confronto, e quindi i tempi sono lunghi e gli incontri numerosi e per forza di cose durano davvero tanto. Così accade che prima e durante la partecipazione alle elezioni si debbano prendere delle decisioni molto importanti che siano in linea con le nostre idee e la nostra etica.

      Quando ci si confronta su temi importanti come i rimborsi elettorali o altri temi come l’eventuale “rappresentanza temporanea” intesa come “chi fa cosa?” è accaduto che alcuni hanno lasciato il movimento perchè le decisioni prese dalla maggioranza non rispettavano le sue idee. Cosa che ci sta tutta perchè naturalmente ognuno di noi ha il diritto di pensarla a modo suo e sicuramente nessuno di noi ha la ragione sotto braccio.

      Però per fortuna sino ad oggi le decisioni prese in modo collettivo si sono sempre verificate quelle più giuste, speriamo di riuscirci ancora in futuro.

      Beh per quanto riguarda il giornalismo/giornalisti io ti posso dire che personalmente ho dato vita ad un progetto indipendente di giornalismo dove non ci sono editori e non c’è un capo che decide gli articoli o le interviste da fare, quello che deve o non deve uscire, ma è chi vi partecipa che decide cosa scrivere. A parteciparvi sono tutti ragazzi e ragazze giovani che credono a loro volta in questa idea. Il progetto che va avanti dal 2007 si chiama http://www.napoliurbanblog.com magari ti fai un giro e mi dici cosa ne pensi.

      Ti saluto.

      1. Forse sono stato frainteso, lungi da me l’idea di stare dalla parte di chi ha lasciato il Movimento per non essere in sintonia con la maggioranza, ma non mi risulta che il sig. Mimmo Falco sia per l’abolizione dell’Ordine dei giornalisti.
        Per quale motivo doveva essere invitato sul palco, non avendo richiesto di parlare al free talk?
        Era questo il senso del mio commento, l’ho già detto condivido la tua riflessione.
        Gennaro Fusco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *