UNA VITTORIA DEL M5S: ISTITUTO CASELLI – RICONOSCIUTO L’INDIRIZZO RARO

Già dal 2015 ci eravamo interessati del Caselli, l’istituto professionale situato nel Bosco di Capodimonte dove si insegna l’arte della  produzione della porcellana e della Ceramica di Capodimonte: l’istituto rischiava di essere accorpato ad altro di indirizzo generico  non raggiungendo gli 800 iscritti.

Alla nostra interrogazione in Commissione Cultura alla Camera, la n° 5-04881 a prima firma Colonnese, aveva risposto, in maniera anche abbastanza celere per i tempi biblici a cui siamo abituati in Parlamento, il Sottosegretario alla Cultura, l’On. D’Onghia, che riconosceva tutte le nostre argomentazioni riguardo l’eccellenza dell’Istituto scolastico, comunicando che il Ministero si dichiarava assolutamente disponibile a concedere l’indirizzo raro, richiesto dal M5S negli impegni, indicando tra l’altro, anche la modalità di richiesta :

“per quanto riguarda la specifica questione sollevata dall’on.le interrogante si evidenzia che il Ministero può senz’altro valutare la possibilità di uno speciale inquadramento dell’Istituto per la ceramica «Caselli» che ne preservi la peculiarità del piano di studi. A tal fine, si rende necessaria la presentazione da parte dell’istituto di una specifica richiesta di sperimentazione ai sensi dell’articolo 11 del decreto del Presidente della Repubblica n. 275 del 1999.”

http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=32860&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+IN+COMMISSIONE%27

La risposta del Ministro veniva fornita poi in maniera puntuale alla dirigenza scolastica del Caselli.

Da allora più niente.

Da fonti di stampa dal tono trionfalistico, apprendiamo che alcuni consiglieri della III municipalità di Napoli attribuiscono il conseguimento  dell’Indirizzo raro, l’unico in grado di scongiurare l’accorpamento e quindi la perdita del marchio di fabbrica del Real Giglio di Capodimonte, alla coppia De Luca&Fedeli, per gentile concessione alle loro pressanti istanze.

“E’ incredibile come certa politica non perda mai l’occasione di strumentalizzare qualsiasi notizia: il Caselli ha ottenuto l’indirizzo raro, notizia di cui siamo tutti contenti.- commentano i consiglieri di municipalità del Movimento 5 Stelle Fabio Greco e Fabrizio Catanzano –  Ma quanto grave sarebbe stata la perdita di tale eccellenza solo perché il partito di appartenenza  doveva farci la solita passerella elettorale? “

L’ISTITUTO CASELLI E’ SALVO. La Regione Campania ascolta e delibera l’unicità sul territorio nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *