Dubbi e perplessità sull’Assestamento

Dubbi e perplessità sull’assestamento generale di bilancio 2019/2019 principalmente sui debiti fuori bilancio non ancora riconosciuti, sulla riscossione delle entrate correnti realizzazione delle entrate da alienazione del patrimonio. Intervento di Matteo Brambilla

il consigliere Matteo Brambilla ha precisato che la Commissione non ha formulato alcun parere sulla delibera e ha espresso perplessità sul lavoro svolto dai Revisori appena insediati. Non bisogna perdere di vista il fatto che la situazione debitoria dell’Ente è ancora al vaglio degli organi di controllo e della Corte costituzionale, una spada di Damocle sul futuro. Analizzate poi diverse voci della manovra, come gli importi delle maggiori spese, ma anche i debiti fuori bilancio, dai quali emergono seri problemi sugli importi, la situazione delle partecipate e la percentuale di riscossione dell’Ente.

Sulla relazione del Sindaco allegata alla delibera, Brambilla ha messo l’accento sullo stato dell’alienazione del patrimonio comunale e sui cronoprogrammi indicati che, dati alla mano, non consentono al Consiglio di esercitare un vero ruolo di controllo e di votare con serenità il documento per l’ assestamento.

La seconda mozione, presentata dal gruppo Napoli in Comune a Sinistra e illustrata dalla consigliera Galiero, impegna l’Amministrazione a recepire i suggerimenti dell’organo di revisione e in particolar modo a monitorare il flusso di cassa per consentire il regolare andamento della spesa corrente e il completamento degli investimenti in corso, ad adottare tutte le misure utili a favorire la capacità di riscossione delle entrate correnti, ad effettuare un’analisi costante delle passività potenziali derivanti dalle cause legali in corso con il relativo adeguamento del Fondo rischi e passività pregresse, a monitorare con costanza l’andamento economico-finanziario degli organismi e società partecipate.

Dopo il parere favorevole dell’amministrazione, è intervenuto il consigliere Matteo Brambilla, contrario alla mozione politica perché si tratta di obblighi di legge.

L ‘Aula ha approvato con 23 voti favorevoli e 3 astensioni la delibera 371/2019 relativa alla variazione di assestamento generale del Bilancio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *