Ufficio stampa e sfollati via Cavalleggeri

Organizzazione ufficio stampa e sfollati dell’incendio di via Cavalleggeri

Ho ritenuto opportuno esprimermi sulla attuale organizzazione dei due uffici stampa del Comune diretti da due diversi dirigenti dal mese di aprile 2019.

Devo evidenziare che, attualmente, l’Ufficio stampa che segue Sindaco e Giunta è dotato di mezzi e risorse, mentre l’Ufficio stampa del Consiglio non è dotato delle stesse risorse. Chiedo quindi di evitare, per il futuro, questa disparità di trattamento dei dipendenti degli uffici.

Sono intervenuto, inoltre, sulle conseguenze dell’incendio del Deposito del Negozio di giocattoli di Cavalleggeri d’Aosta. Vale la pena ricordare che si sta parlando del futuro di 11 nuclei familiari, per un totale di 33 persone, di cui otto minorenni, attualmente sistemati in una Parrocchia della zona, in una situazione di grande disagio e incertezza.

Ho rilevato che l’Amministrazione comunale avrebbe dovuto mettere in campo soluzioni più efficaci e rapide per trovare sistemazioni alternative, considerato il notevole patrimonio immobiliare a disposizione del Comune di Napoli.

14 commenti su “Ufficio stampa e sfollati via Cavalleggeri

    1. non lasciamo da sole queste famiglie diamo loro l’opportunità di alleviare le sofferenze che stanno patendo gratuitamente.
      si parla di bambini ed anziani non è possibile che debbano alloggiare in parrocchia

  1. Date a queste famiglie una sistemazione temporanea dignitosa, che li permette di avere la possibilità di ricostruire le proprie vite. Hanno perso tutto!

    1. In questi momenti particolari e critici che le istituzione devono mettere in atto tutte le azioni per dare una sistemazione dignitosa alle 11 famiglie coinvolte.

  2. Ringrazio per il pensiero rivolto alle 11 famiglie, almeno qualcuno ne parla nelle sedi opportune.
    Volevo ricordare al Sindaco L.D. quelle 11 famiglie che hanno perso TUTTO!!!
    Sono contribuenti è pagano le tasse da più di mezzo secolo al comune per quel edificio al civico 51, quindi è un loro diritto è un suo dovere provvedere ad una sistemazione temporanea dignitosa per le persone che ad oggi non hanno più NULLA!!! Manca poco ad un mese è nessuno fa nulla.

    Ah, forse ho capito…. dobbiamo arrivare via mare per avere la sua attenzione!

  3. Spero vivamente che la macchina delle autorità competenti si impegnino in maniera repentina affinché possano dare alloggi dignitosi alle famiglie coinvolte in qst incendio che li ha portati via dalle loro case!!!

  4. Spero chi ne e” di competenza ,che possa far luce ed aiutare queste oneste persone che hanno avuto la disgrazia di perdere tutto!!! Non lasciateli nel dimenticatoio,per favore!!

  5. Spero che il comune riesca a risolvere quanto prima il disagio di queste famiglie dando momentaneamente una giusta collocazione per poi insirme agli enti preposti verificare l agibilita degli appartamenti e fare gli opportuni interventi affinché le famiglie rientrino nei loro appartamenti in piena sicurezza quanto prima

  6. Anche se siete tutti presi dal ferragosto … grande considerazione per questa gente che non se l’è cercato…. poteva capitare a ciascuno di noi
    Riflettete

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *