Un consiglio difficile

Nel consiglio comunale del 3 giugno 2020 non abbiamo salvato il Sindaco

Brambilla Non abbiamo salvato il Sindaco consiglio difficile 3 giugno 2020

Oggi è stato un consiglio difficile.
Da due giorni siamo additati come quelli che vogliono, e che hanno “salvato” il sindaco.
In questo intervento chiarisco la nostra posizione.
E’ incredibile sentire un esponente di Forza Italia dirci che nemmeno lui sapeva cosa stesse facendo il suo capogruppo.
Davvero è questo il modo nel quale si pensava di far cadere questa amministrazione?

Noi come opposizioni abbiamo poche frecce da lanciare, e dobbiamo farlo quando siamo sicuri di non fare passaggi a vuoto, ma di colpire nel centro.

All’interno delle opposizioni c’è chi fa incontri alle 9.00 per vedere di uscire con un documento comune con la maggioranza, e alle 12 mette la firma di dimissioni dal notaio, o c’è chi vorrebbe stare in aula a dare il numero legale alla maggioranza dopo che ha firmato le dimissioni dal notaio.

Oggi questa maggioranza non ha avuto per l’ennesima volta i numeri per votarsi le delibere, ma se le opposizioni non decidono quale possa essere il momento propizio per usare l’unica freccia, ci si deve rivolgere a chi fa passi nel vuoto sapendo di non avere i numeri.
Lo abbiamo ribadito in questo intervento, noi vogliamo mandare a casa questa amministrazione, che si deve assumere la responsabilità del suo fallimento.
Non essendoci i numeri per farlo tramite la strada, non condivisa, delle dimissioni (e noi abbiamo detto che ci saremo se ci saranno 19 firme), si dovranno percorrere altre vie, prima fra tutte il voto sul rendiconto 2019, dove chiediamo alle opposizioni di restare in aula e non fuggire come ogni altra volta, e votare contro, insieme a chi davvero sarà disposto, con numeri veri, a mandare a casa questa amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *