Trivellazione Agnano, serve monitoraggio

I portavoce del Gruppo consiliare del Movimento 5 stelle al Comune di Napoli hanno presentato un’interrogazione a risposta scritta al Sindaco sulla Trivellazione di Agnano per chiedere il monitoraggio geochimico e geofisico del luogo, considerato che la salute è un diritto tutelato dall’art. 32 della Costituzione nonché dalla vigente normativa sia nazionale che europea

  1. se il Comune di Napoli era a conoscenza preventivamente dei lavori di trivellazione effettuati;
  2. se è stato predisposto, dopo le notizie di stampa, un controllo della qualità dell’aria durante lo stato di eruzione del pozzo durato per più di un mese;
  3. se il Sindaco, nella qualità anche di Sindaco della Città Metropolitana, intende chiedere al Capo Dipartimento della Protezione Civile dott. Angelo Borrelli, al Direttore della Protezione Civile Regionale dott. Italo Giulivo, al Presidente dell’INGV Prof. Carlo Doglioni, al Direttore dell’Osservatorio Vesuviano INGV dott.ssa Francesca  Bianco, al Direttore del Dipartimento Vulcani, all’ARPAC, all’ASL, una rete di monitoraggio geochimico e geofisico continuo, locale e permanente, per la rilevazione di eventuali anomalie, possibili precursori di eventi rischiosi nell’area del cantiere e nell’area circostante ragionevolmente estesa.

I Consiglieri Portavoce del Gruppo Consiliare M5S Marta MATANO Matteo BRAMBILLA

Interrogazione pagina 1
Interrogazione pagina 2
Interrogazione pagina 3

Relazione INGV sulla Perforazione per pozzo geotermico ad Agnano – progetto Geogrid del 17 giugno 2020: tutta da leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *