I responsabili per de Magistris

Il Sindaco Luigi de Magistris è intervenuto rispondendo all’invito di una parte dell’opposizione, dopo una sospensione dei lavori per approfondire alcune questioni relative all’ordine dei lavori. La proposta di Lanzotti, messa in votazione, è stata approvata a maggioranza con il voto contrario di Marta Matano e Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle), Vincenzo Moretto (Lega Salvini Napoli) e Roberta Giova (La Città). Il Consiglio ha ripreso i lavori alla presenza 21 consiglieri di cui 3 di opposizione ( Guangi, Palmieri e Ulleto)

Intervento del Sindaco ad alcuni componenti delle opposizioni (I responsabili)

E questo è l’intervento col quale il sindaco ha convinto, dopo l’interruzione chiesta dal consigliere Lanzotti di fatto richiesta per chiarire i problemi interni a Forza Italia in aula con posizioni diverse tra lui e Guangi, i tre consiglieri “responsabili Guangi, Ulleto e Palmieri a continuare a dare il numero legale.

Il sindaco ha parlato di bilancio previsionale che sarà “aperto” ai consiglieri responsabili (e non ai brutti e cattivi dell’opposizione irresponsabile che gli vogliono tanto male…) di dialogo solo con chi sta in aula,ecc. Nel peggior solco della Prima Repubblica, il rivoluzionario arancione ha di fatto ammainato la bandiera dell’autonomia e del “amm’ scassat” per la più comoda trattativa politica immortalata in aula dagli attenti giornalisti.

Una pagina, quella odierna,che sancisce la fine politica del signor sindaco, almeno rispetto alle vicende cittadine. Solo persone miopi politicamente e che non vivono il territorio possono solo immaginare di mettersi ad un tavolo per discutere del futuro della nostra città con chi ha appoggiato questa esperienza di non governo per 9 anni.

Qui l’intervento del capogruppo Matteo Brambilla in replica al Sindaco sul bilancio aperto ai consiglieri responsabili

replica al sindaco sul bilancio aperto ai consiglieri responsabili

Matteo Brambilla replica “Dopo cotanto intervento del signor sindaco, non ho potuto non replicare.E davvero qualcuno pensa che in meno di 7 mesi si faccia qualcosa rispetto ai 9 anni e mezzo di nulla? 7 anni in 7 mesi…viene in mente il titolo del film 7 chili in 7 giorni… se non fosse tragico ci sarebbe da ridere. Un sindaco che non ha più maggioranza e continua ad essere arrogante pensando di poter decidere ancora il futuro dei cittadini napoletani, è davvero una immagine deprimente. Coraggio, manca ancora poco. Speriamo che i responsabili di oggi si rendano conto al bilancio previsionale che non c’è nulla di previsione e di visione della città del futuro. Il sindaco ormai fa l’opinionista in televisione.”

Il centro destra salva de magistris
il centro destra salvano de Magistris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *