Bilancio, manca il numero legale

La seduta del Consiglio comunale dedicata al bilancio di previsione 2020-2022, in programma stamani nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino, non si è aperta per la presenza, al momento dell’appello, di solo 20 consiglieri. Davanti al Maschio Angioino è andata in scena una manifestazione degli Lsu: all’origine della protesta le preoccupazioni legate alla loro stabilizzazione in Comune che si concluderanno entro il 31 dicembre 2020.

La seconda convocazione della seduta del Consiglio è prevista per lunedì 16 novembre alle ore 10, sempre al Maschio Angioino.

In tale occasione, come sancito dal Testo Unico degli Enti Locali, sarà sufficiente, per il raggiungimento del numero legale che dà validità alla seduta, la presenza di un terzo dei consiglieri comunali escluso il Sindaco. Nel caso del Consiglio Comunale di Napoli, il numero minimo dovrà essere di 14 consiglieri (più il Sindaco).

Deliberazione di Giunta comunale n. 357 dell’8 ottobre 2020 di proposta al Consiglio avente ad oggetto: Schema del Bilancio di previsione 2020/2022 e di approvazione del Piano di recupero del disavanzo di amministrazione 2019, per le quote di competenza del triennio 2020/2022. Vicesindaco: Panini

Allegato 01

allegato 2

allegato 3 Nota informativa derivati

allegato 4 Nota integrativa al Bilancio 2020-2022

allegato 5 Piano di rientro ex art. 188 in Bilancio 2020

Allegato 6 Parametri deficitari

Parere Revisori dei Conti sulla Delibera n. 357 del 8/10/2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *