LSU, FALSE PROMESSE E SPERANZE MALRIPOSTE

IL SINDACO USA GLI LSU COME SCUDO A DIFESA DEL SUO FALLIMENTO. COMUNICATO STAMPA 12 NOVEMBRE 2020

Stamani, dentro e fuori il Consiglio comunale, sono accaduti fatti gravi. Anche oggi abbiamo avuto la riprova che la maggioranza non esiste e che tranne sterili proclami altro non sono in grado di fare, figuriamoci guidare la terza città d’Italia.

Come già più volte ribadito questo pseudo bilancio è invotabile, lunedì voteremo convintamente no e non ci presteremo all’ennesima presa in giro di una città e dei suoi cittadini. A maggior ragione se lo si spaccia come uno strumento per dare finalmente una risposta a dei lavoratori, gli LSU, che da più di vent’anni aspettano di essere stabilizzati.

Se un’amministrazione promette cose che non è in grado di mantenere non è colpa delle opposizioni, ma è colpa di questi sedicenti difensori dei diritti che in realtà non difendono altri che sé stessi e che soffiano sui venti del disagio sociale, indirizzando la rabbia e la disperazione sulle opposizioni. Mentre eravamo all’interno del cortile del Maschio Angioino siamo stati avvisati dalla DIGOS che all’esterno ci stava aspettando una folla di persone che era pronta a scagliarsi su di noi con insulti, quindi siamo stati accompagnati all’uscita fino al parcheggio dove c’erano le nostre auto.

Qualcuno deve aver raccontato a queste persone che per colpa nostra non avrebbero avuto la tanto agognata stabilizzazione del lavoro. Capiamo la rabbia, ma non la violenza che è stata indirizzata verso alcuni consiglieri, a cui è stata augurata financo la morte loro e dei loro cari.

Quando non ci sono argomenti politici, e non si sa cosa fare, si aizzano i bisognosi contro chi svolge semplicemente il proprio ruolo, in modo da nascondere la propria incapacità e nullità politica. Allora vogliamo spiegare una volta per tutte la questione degli LSU:

1) il Comune di Napoli nella sua condizione finanziaria deve rispettare i parametri di legge dipendenti/popolazione ma, considerato il numero esiguo di personale, avrebbe potuto agire da qualche anno su questo versante, invece di tenere gli uffici vuoti e non assumere gli LSU. Purtroppo loro hanno già speso tutto il Fondo di riserva (e quindi anche tutto ciò che era previsto a bilancio) alla fine di ottobre e quindi non possono procedere in tal senso.

2) nella commissione consiliare Lavoro, del 05 novembre 2020 il vice sindaco Panini ha affermato, secondo quanto riportato dal comunicato stampa: (…….)per l’assunzione nel 2020 di tutti gli LSU occorrerebbero 3,2 milioni di euro, una somma che non è possibile appostare in bilancio, perché anche il fondo di riserva è stato completamente speso per far fronte all’emergenza Covid. Sulla proposta di Bismuto per l’assunzione a tempo parziale di tutta la platea nel 2020, il vicesindaco (…..), ha concluso, …anche l’assunzione all’83% della retribuzione non riuscirebbe ad assorbire tutta la platea. Resta la certezza per gli LSU del Comune che la convenzione proseguirà a gennaio 2021

Detto questo ci chiediamo in tutta questa vuota attività della Giunta comunale, in cosa le opposizioni avrebbero agito contro i lavoratori? L’Assessore Panini ha spiegato ai Sindacati ed ai Lavoratori QUALI SONO LE RISORSE DISPONIBILI?

Il Movimento 5 Stelle non si è mai posto contro i lavoratori né ha mai ostacolato alcuna procedura che potesse risolvere i problemi dei lavoratori. Al contrario è questa gestione fallimentare che non è stata in grado di risolvere alcun problema degli LSU.

Come sempre siamo pronti a ragionare e confrontarci con tutti, ma non a subire intimidazioni e minacce. Se qualcuno voleva spaventarci si sbagliava. Siamo pronti a mandare via questa amministrazione.

#senzademacelafaremo

i Portavoce del Movimento 5 Stelle Napoli

Marta Matano Matteo Brambilla Tina Formisani, Simone Natullo, Pasquale Longobardi, Lorenzo Iorio, Fabio Greco, Fabrizio Catanzano, Mario Stoccuto, Lidia Vecchione, Salvatore Morra, Stefano Capizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *