Sulla legittimità della seconda convocazione

Oggi abbiamo partecipato all’appello per far partire il consiglio comunale, per evitare di far pagare interessi ulteriori ai cittadini.

Brambilla intervento sulla legittimità della seconda convocazione

Sono intervenuto su questo e sulla “seconda convocazione” illegittima che continuano a portare avanti… Abbiamo voluto fare una scelta di responsabilità rispetto ai debiti fuori bilancio esistenti e che pesano sulle spalle dei cittadini.

Sulla modalità di convocazione della seduta di oggi, convocata in prima convocazione, e sulla previsione di una seconda convocazione per domani in seconda, ho ricordato che il Segretario generale, alla richiesta di chiarimenti, ha definito quella di domani come necessaria nel caso in cui oggi non si raggiungesse il numero legale: una motivazione che ritengo contraria alle norme e non adeguata all’amministrazione della terza città d’Italia.

Sul punto il presidente Fucito ha ricordato che la questione è stata più volte discussa in Conferenza dei Capigruppo e che su di essa si è pronunciato anche il dirigente competente.

Oggi all’appello erano presenti 32 consiglieri e la seconda convocazione non servirà.

Parere del Segretario generale sulla 1° e 2°convocazione

Inoltre per maggiore chiarezza qui c’è l’articolo 33 del REGOLAMENTO INTERNO DEL CONSIGLIO COMUNALE (Approvato nella seduta consiliare del 10 aprile 1973 – Integrato con deliberazioni consiliari 10.1.75 n° 68; 7.7.81 n° 281; 21.5.84 n° 4; 12.12.88 n° 1)

Art. 33 – Apertura e validità dell’adunanza
All’ora stabilita nell’avviso di convocazione, il Presidente, se vi sono interpellanze o interrogazioni iscritte all’ordine del giorno, può dar corso alla discussione.
La seduta diviene valida agli effetti deliberativi, non appena accertato il numero legale, mediante l’appello nominale dei Consiglieri fatto dal Segretario o chi per esso, d’ordine del Presidente.
Se il numero legale non è raggiunto entro un’ora da quella fissata nell’avviso, la seduta, agli effetti deliberativi, è dichiarata deserta e, redatto verbale con la indicazione dei nomi degli intervenuti, è rinviata in seconda convocazione.
La data della nuova seduta è indicata dai rappresentanti dei Gruppi non oltre il quindicesimo giorno dalla data della prima convocazione

Un commento su “Sulla legittimità della seconda convocazione

  1. … “Non oltre il quindicesimo giorno dalla prima convocazione”…
    Qiundi non unitamente alla prima convocazione, pare di essere in un condominio non in una città terza a livello nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *