Amm scassat….tutto purtroppo veramente

All’inizio ho chiesto se il Comune di Napoli ha partecipato al bando per il finanziamento per il progetto “Città che legge” con scadenza 18 marzo 2021, finalizzato a favorire la diffusione della lettura segnalato con nota del 18 febbraio 2021 perchè non abbiano ancora ricevuto risposta. Inoltre ho descritto le mirabolanti imprese dei signor sindaco: il vero lascito alla città da parte di questa amministrazione… un evidente disastro.

Marta Matano in consiglio comunale il 4 marzo 2021 art. 37

Piccolo bilancio delle due ultime consiliature… cosa è successo in città negli ultimi 10 anni? ovvero… Nessuno aveva capito a cosa si riferisse lo slogan della campagna elettorale del Sindaco: “AMM SCASSAT”.

Forse non erano solo parole ma un programma ben preciso, e questa a ben pensarci potrebbe essere la vera relazione di fine mandato del Sindaco, se fosse abbastanza concentrato sulle questioni di Napoli e riuscisse a guardare con obiettività e onestà intellettuale a quanto fatto da lui e dalle sue giunte… che potremmo definire come “Una nessuna o centomila”, visti gli innumerevoli rimpasti e cambi di assessori.

Ma veniamo a noi, ecco un parziale elenco dei lavori non finiti o conclusi male e altri disastri:

  • Galleria VittoriaPiazza MercatoArchivi storici di Napoli (salita Pontecorvo, chiesa di San Lorenzo, archivio di Soccavo) Villa comunale– lavori via Arcoleo– lavori in contemporanea in Galleria Laziale e Galleria Piedigrotta – lungomare danneggiato e non più liberato- Arco borbonico- Scala borbonica vicino alla Colonna spezzata sul lungomare- manufatto via F.sco Curia (che incide anche su viale Colli Aminei) -viale Colli Aminei … lavori in contemporanea via Curia;
  • lavori a più riprese per diversi eventi da piazza Sannazzaro a piazza Vittoria come via Caracciolo e viale Dohrn e Riviera di Chiaia. Quasi tutte in contemporanea e senza assicurare la viabilità- lavori continui da via Acton a via Marina – lavori in via Marina durata circa tre anni invece di pochi mesi come era stato previsto – risarcimenti danni per infiltrazioni di acqua a immobili privati (dgc 582/2016)- cedimento muro comunale via comunale Margherita – 2017 – intervento su via Grotta della Marra (dgc 559 del 03/10/2016) –come per via Curia lavori in danno senza conoscere la proprietà e senza possibilità di recupero delle somme… non si ha notizia sull’effettiva esecuzione.
  • beni storici abbandonati come Villa Ebe o Palazzo Fuga– crollo degli Incurabili – crollo Facoltà Veterinaria;
  • scuole pericolanti e per carità indico solo fatti più recenti: cedimenti alla Mameli-Zuppetta interdetto metà edificio, problemi strutturali alla Lodoletta, danni alla PIO XII, voragine alla Nogaro;
  • al 16 febbraio grosso albero caduto a piazza Cavour da 60 giorni ancora non rimosso- chiesa del Rosariello parzialmente crollata – molo San Vincenzo mai liberato- via Masoni – Villa de Luca a via Nuova San Rocco– case comunali viale Colli Aminei 34;
  • voragine Rione De Gasperivoragini 17 novembre 2020 voragine Piazza Canneto – allagamenti via Adriano – via Pigna e Arenella senza acqua dopo piogge- voragine via Russolillo a Pianura- voragine in via Fragnito Rione alto 06 gennaio 2019 voragine via Giotto Vomero 15 novembre 2019 voragine via Rossetti Fuorigrotta 24 aprile 2019- voragine Fuorigrotta 18 dicembre 2019- voragine a Pianura 22 febbraio 2015 – voragini a via Ventaglieri 2018-2019- voragini via G.B. Manso e via Soprammuro 2018;
  • le alberature del Virgiliano, dei Colli Aminei, di Fuorigrotta, di San Giovanni a Teduccio e di tanti altri luoghi della città, rase al suolo e mai più ripiantumate;
  • i continui guasti o incidenti (l’ultimo 2 giorni fa con incendio alla stazione di piazza dante) della Linea 1 Metropolitana

Potrei continuare così per molto altro tempo, ma non ne ho la forza e tantomeno la voglia.

Noi cittadini siamo ormai stremati da questi 10 anni, stremati dalle promesse, dagli slogan, dal fumo negli occhi, da fiumi di parole prive di sostanza e significato, dai racconti di una sorta di PIFFERAIO MAGICO che ha condotto i cittadini per vicoli e vicarielli, senza mai realizzare quanto promesso, distratto com’era e com’è dal suonare la sua melodia personale.

Signor Sindaco in realtà lei ha mantenuto la sua promessa di “scassare tutto”, solo che i cittadini l’avevano fraintesa!

Intervento integrale qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *