Bilancio 2017-2019 : Brambilla (M5s) voto contrario qui le motivazioni (i video degli interventi)

Dup e Bilancio 2017-2019: Intervento sulla discussione generale sulle delibere

Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) ha evidenziato una serie di gravi errori nelle azioni compiute dall’amministrazione che hanno alterato la visione generale dell’indebitamento del Comune .

Già nel precedente bilancio di previsione, si è verificata la mancanza dei documenti completi  riferiti al debito con il Consorzio Cr8, l’assenza della documentazione delibera sui debiti fuori bilancio relativi al secondo semestre 2016, l’impossibilità di accedere a tutta la documentazione contabile.

 Si è tentato di accedere, senza successo al database aggiornato sul patrimonio immobiliare comunale nonostante le formali e ripetute richieste.

intervento per dichiarazione di voto NO al bilancio ore 6.30 del mattino…

Intervento di Matteo Brambilla  sul  voto contro tutti gli ordini del giorno su tematiche “specifiche” e non “cittadine”

Intervento per dichiarazione di voto NO al bilancio ore 6.30 del mattino…

Matteo Brambilla (M5s) dichiara che questo è il Bilancio della Giunta e non del Consiglio comunale in quanto  non c’è stata partecipazione, non c’è stato il tempo di discuterne nelle singole commissioni.

Ha annunciato il voto contrario del gruppo del Movimento 5 stelle e ha espresso critiche ad un bilancio che non mostra alcuna prospettiva positiva.

Bilancio, Menna (M5s) mozione sull’igiene urbana e intervento sul DUP e sul Bilancio 2017 – 2019 (video)

Francesca Menna (Movimento 5 Stelle), se è vero che politiche malsane e liberiste hanno prodotto danni, occorre cambiare il paradigma, non incentrare tutto sulle risorse economiche e cominciare a considerare il valore delle persone, prestando attenzione ai dipendenti, che non sono macchine, al reperimento di nuove risorse, ad esempio per la sicurezza, evitando di vendere gioielli come Palazzo Fuga che ha grande valore simbolico.

approvata la mozione a firma Menna (Mov. 5 Stelle) per la Richiesta di impiegare le risorse necessarie da prelevare dalla Missione 9 o da altro Capitolo per l’applicazione di misure di controllo e prevenzione della presenza di infestanti nocivi (popolazione di blatte ratti topi ed altri insetti)

Mozione Igiene urbana

Francesca Menna sulla decisione di presentare da parte delle opposizioni alcune mozioni

Menna (M5S): “Chiesto accesso agli atti ma sono dati incompleti”

Napoli, emergenza rifiuti: invito a dedurre per l’assessore al bilancio Palma

“Poco dopo il nostro insediamento al Comune abbiamo fatto una richiesta di accesso agli atti per conoscere la natura e la reale consistenza dei debiti fuori bilancio. La risposta che ci è arrivata riguardava esclusivamente quelli relativi ai primi 5 mesi del 2016 e le notizie che ci hanno dato erano parziali, i debiti relativi a UTA ( emergenza rifiuti ), per esempio, non c’erano. Abbiamo fatto una sollecitazione appena abbiamo visto l’approvazione del bilancio da parte della giunta per conoscere l’ammontare dei restanti debiti, ma a tutt’oggi non abbiamo ricevuto risposta”. così in una nota Francesca Menna, consigliere del comune di Napoli del M5S, dopo la notizia di inviti a dedurre per l’assessore al Bilancio del Comune di Napoli Salvatore Palma, dirigente Giuseppe Pulli e l’ex ragioniere generale Raffaele Mucciariello emessi dalla Procura della Corte dei Conti della Campania per la vicenda degli oneri di smaltimento rifiuti non pagati tra il 2005 e 2009 all’Uta della Protezione Civile. Il periodo indicato riguarda l’emergenza rifiuti in città. “Il Consiglio Comunale ed in particolare l’ Opposizione – ha attaccato la Menna – non viene messa al corrente della reale situazione delle casse del Comune di Napoli. Il bilancio ci è stato presentato una settimana prima della discussione mettendoci in grande difficoltà, e addirittura la relazione che lo accompagnava ci è stata fornita durante la seduta del Consiglio! Nella relazione del bilancio le notizie non sono chiare, hanno messo solo 20 milioni quando ammonterebbero a 66 ( UTA) a detta anche dei giornali, quelli da giugno al dicembre 2016 dovrebbero ammontare a 77 milioni ma, come dicevo non ne abbiamo i dettagli. Ci hanno presentato anche una documentazione incompleta, mancante di una tabella che riportava i criteri di sforamento per cui prima della discussione abbiamo presentato anche 2 pregiudiziali alla discussione”. “Abbiamo votato NO per l’approvazione del bilancio perché siamo realmente preoccupati per l’andamento economico del nostro Comune, e avevamo ragione! Non si riportano i dati incompleti e questo atteggiamento non a norma, fa tremare ancora di più le fondamenta dell’impalcatura debolissima su cui poggiano le ragioni per tenere in piedi questo bilancio. Vedremo cosa verrà fuori a Maggio quando dovremmo votare il consuntivo. Lì non si potrà non scrivere tutto”.

 

http://www.ilvelino.it/it/article/2017/04/22/napoli-emergenza-rifiuti-invito-a-dedurre-per-lassessore-al-bilancio-p/dfe26638-3cca-4d99-adac-8eb8c5b3fa1b/

Il Mattino di Napoli ” Il Comune occultò 71 milioni di debiti per i rifiuti. – La Corte dei conti accusa :  falsato il Piano di rientro del 2013

rifiuti debiti occultati