M5S: “la periferia Est brucia come la Terra dei Fuochi e il sindaco gira per comizi”

A nulla sono valsi i nostri appelli a bonificare una vasta area che da anni si caratterizza per la presenza di discariche a cielo aperto di rifiuti di ogni tipo.

Le nostre denunce, accompagnate da dossier fotografici, sono sbattute contro la spocchia di un sindaco che continua ad avere una vista che non va oltre il perimetro della city e della Ztl del Lungomare. Nel frattempo quei siti di spazzatura vanno in fiamme ogni giorno nella VI Municipalità (Barra, Ponticelli, San Giovanni) e nel territorio del comune di Volla, riversando nell’aria i veleni sprigionati dalla combustione di materiale di risulta, pneumatici, plastica, eternit e ogni genere Continua a leggere →

N’Albero : i 5 Stelle scrivono ad Anac e Corte dei conti “Procedure illegittime”

N’Albero : E i 5 Stelle scrivono ad Anac e Corte dei conti “Procedure illegittime

articolo su Repubblica del 17 febbraio 2017  ANAC e Corte dei conti su N’Albero

LA DENUNCIA M5s – Esposto Anac e Corte dei Conti : N’Albero non è a costo zero

E i 5 Stelle scrivono ad Anac e Corte dei conti “Procedure illegittime” MANCATI introiti di imposte per il Comune  di dimensioni considerevoli”: Cosap, rifiuti, pubblicità. Ma soprattutto attività affidate senza bando pubblico: “spazi commerciali, ristoranti, raccolta pubblicitaria”.

Spunta l’esposto dei Cinque stelle contro N’Albero. Una denuncia dettagliata, firmata dai due consiglieri Matteo Brambilla e Francesca Menna, inviata il 23 dicembre ad Anac e procura della Corte dei conti, con un ulteriore invio di atti e documenti il 13 gennaio. I grillini ricostruiscono l’iter che ha portato al via libera all’Italstage, la società che ha realizzato la mega struttura. La conclusione è netta: “Non era applicabile il regolamento sulla tassa di occupazione di suolo (Cosap), ma le norme sulla concessione per l’esercizio del commercio su aree pubbliche”.

Il Comune ha approvato lo sconto sulla Cosap: versato da Italstage un canone minimo di 62 mila euro, rispetto a 283 mila euro. In aggiunta una percentuale da calcolare sui ricavi se supereranno la previsione di 772 mila euro, prevista dall’azienda. “L’amministrazione – si legge nell’esposto – ha posto in essere una procedura finalizzata alla realizzazione /gestione di una attrazione turistica senza verificare se detta gestione comprendesse l’esercizio di attività commerciali/economiche”.

Oltre ai biglietti, Italstage ha venduto 18 stand con prezzi dai 15 ai 50 mila euro ciascuno per tre mesi. “Il servizio è stato affidato a un operatore che ha indicato una previsione di ricavi per un importo eccedente la soglia di rilevanza comunitaria”. E soprattutto “nell’ambito dei servizi svolti all’interno dell’impianto, il Comune avrebbe dovuto anche individuare gli importi presunti di ciascuno di essi, al fine di procedere alle necessarie procedure selettive ad esempio per l’affidamento del servizio ristorante, di raccolta pubblicità, di assegnazione di spazi per locali commerciali. Nulla di ciò è stato fatto”, per cui “l’ente ha fatto le verifiche previste per legge su Italstage e non anche su chi gestisce le singole attività all’interno della struttura”.

per approfondire leggere qui

progetto

Avviso_pubblico

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/cronaca/16_novembre_09/n-albero-esposto-renzi-governo-esprime-perplessita-6cf01f1a-a644-11e6-a1c5-073381ca21f5.shtml

 

N’Albero a Napoli, dopo l’inaugurazione pioggia di critiche

Centro ESTER : in Regione l’audizione per la risoluzione della problematica

Il 9 febbraio 2017  si è tenuta in Regione l’audizione in terza commissione attività produttive di tutti gli attori interessati alla risoluzione della problematica del Centro Ester .

Presenti i sindacati dei lavoratori , L’Avv.Improta in rappresentanza del Centro Ester.

Tutti  concordi sulla ripresa delle erogazioni delle prestazione e sul garantire gli stipendi dei lavoratori .

L’Avv. Improta prospetta  a breve una presentazione di un piano di impresa .

Una nota stonata in un clima di cordialità e di intenti comuni è stata quella del Consigliere Marciano del PD, che ha criticato il M5S di aver dato risalto mediatico attraverso vari media al fine di mera propaganda.

Io aggiungo che oltre i media abbiamo come gruppo M5S attenzionato la problematica a tutti i livelli istituzionali ,locali , regionali e nazionali, siamo sempre stati presenti a tutte le manifestazioni dei lavoratori e delle mamma dei bambini con gravi disabilità, quindi mi viene spontaneo dire “ma fino ad ora il cons. Marciano del Pd oltretutto di Barra dove è stato ? E come mai la Municipalità a guida Pd è risultata essere completamente assente ? .

Solo  ora dopo che si è arrivati, grazie al nostro cons.Regionale Luigi Cirillo, ad una audizione nella III commissione attività produttive, alzano la cresta attribuendosi il merito e criticano chi si è battutto fianco a fianco con i lavoratori e le mamme del Centro Ester.

A noi  portavoce interessa solo il bene dei cittadini mentre la propaganda la lasciamo ad altri

I Portavoce del Movimento 5 stelle della 6° Municipalità

Ponticelli, Barra, S. Giovanni a Teduccio

Pasquale Longobardi – Tina Formisani – Simone Natullo