Dismissione patrimonio immobiliare al Consiglio comunale 23 e 24 aprile 2018

Seduta consiliare del 23 e 24 aprile 2018 ore 10.00

Ordine dei lavori

http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/35250

DGC n. 137 del 31 marzo 2018 PROPOSTA AL CONSIGLIO: Integrazione del Piano delle valorizzazioni e delle alienazioni di immobili di proprietà comunale approvato con Delibera di G.C. n. 56 del 14 febbraio 2018.

DGC 137 31.03.2018 Piano valorizzaz e alienazione immobili

all DGC 137 Nota della Napoli servizi sulla valutazione immobili in alienazione

PARERE REVISORI DEI CONTI

parere_alle_delibera_n._137_del_31.03.2018_x_intranet__1_

DGC n. 56 del 14 febbraio 2018  PROPOSTA AL CONSIGLIO: Approvazione Piano delle valorizzazioni e delle alienazioni di immobili di proprietà comunale 2018.

dgc_140218_0056

PARERE REVISORI DEI CONTI   DGC 56 14.02.2018 ParCollRev

allegati alla delibera n. 56 del 14 febbraio 2018

5382 nota di Napoli Servizi

allegato_dettaglio_beni_ALLOGGI_ERP

allegato_dettaglio_beni_ALLOGGI_PATRIMONIO_DISPONIBILE

allegato_dettaglio_beni_AREE_E_SUOLI

allegato_dettaglio_beni_disponibili_ABITATIVO_gia___stimati

allegato_dettaglio_beni_disponibili_COMMERCIALI_gia___stimati

allegato_dettaglio_beni_FONDI_RUSTICI

allegato_dettaglio_beni_LOCALI_IN_EDIFICI_ERP

allegato_dettaglio_beni_LOCALI_PATRIMONIO_DISPONIBILE

allegato_dettaglio_beni_POLI_ARTIGIANALI

allegato_dettaglio_beni_ULTERIORI_IMMOBILI

Deliberazione C.C.n.66 del 1.8.2017

 

Debiti fuori bilancio e dismissioni patrimonio, rinvio delle delibere

CONSIGLIO COMUNALE – Commissioni congiunte Bilancio e Infrastrutture sul piano di risanamento Anm

 

 

 

M5s NO al dissesto, NO ai dissestatori

NO al dissesto, NO ai dissestatori   #Dissesto #LoStatodeiComuni

In questi anni il m5s si è sempre battuto affinché venissero tutelati i comuni ed il welfare.
Per noi del MoVimento 5 Stelle gli enti locali vanno rimessi al centro perché sono il primo contatto con il cittadino.

I tagli degli ultimi dieci anni hanno reso più complicato il rapporto tra Stato e Comuni tanto da creare delle enormi difficoltà nell’assicurare anche i servizi essenziali. Molti sono i comuni italiani che sono sprofondati in situazioni di squilibrio. È anche vero che se lo Stato deve stare al fianco dei comuni, per permettergli di uscire dalle situazioni di crisi, dall’altro questa politica non può essere un’assoluzione tout court per chi ha generato situazioni di mala gestione della cosa pubblica.

Il nostro governo del cambiamento prevede una serie di interventi volti a agevolare la risoluzione degli squilibri generati dalle amministrazioni precedenti. Tali interventi mirano innanzitutto a fare in modo che gli enti locali possano rispettare i livelli minimi essenziali dei servizi erogati ai cittadini tenendo sempre presente limiti e virtuosità dei comuni. Inoltre prevede interventi finanziari speciali per rimuovere gli squilibri sia economici che sociali, nonché un potere sostitutivo del Governo quando lo richieda la tutela dei diritti. Tali interventi vanno dalla riapertura delle procedure di rinegoziazione dei mutui a favore dei Comuni alla possibilità di rinegoziare eventuali strumenti derivati.

La politica deve avere la possibilità di trovare soluzioni che salvaguardino il benessere dei cittadini. La gestione commissariale è il fallimento della politica. Tale fallimento si ripercuote sul normale andamento della vita cittadina. Un commissario è chiamato ad applicare ciecamente la legge e a far rientrare il bilancio in sterili parametri e non secondo le necessità reali della città. Un commissario non può avere una soluzione politica alle problematiche, ma applicherà una semplice soluzione numerica.
La strada maestra deve essere quella di dare strumenti agli amministratori locali per trovare soluzioni politiche ai problemi che devono affrontare, lasciando quale ultima chance quella di arrendersi e dichiarare il fallimento della politica. Resta che quando non ci sono altre soluzioni percorribile, quando non vi è altra soluzione, il dissesto resta l’ultima ratio, ma prima è dovere di una forza politica responsabile quello di esplorare tutte le alternative possibili per scongiurare fallimenti. Per noi le soluzioni a Napoli c’erano, l’amministrazione non si è mossa in maniera tempestiva e opportuna mettendo così a rischio il comune e i suoi cittadini.

Il MoVimento 5 Stelle intende agire in maniera responsabile e per questo darà supporto a tutti i comuni che sono in queste condizioni. Senza manifestazioni. Ma da forza che vuole risolvere i problemi.

 

Per approfondire vedere il convegno  “Lo Stato dei Comuni” organizzato dal Movimento 5 stelle  a novembre 2017 . Un gioco di parole che sta ad indicare un progetto semplice ma RiVoluzionario

 

 

Bilancio 2018/2020 sarà discusso in consiglio comunale il 23 e 24 aprile 2018

Il bilancio 2018/2020 sarà discusso in consiglio comunale il 23 e il 24 aprile 2018

è stato pubblicato sull’Albo pretorio  il 10 aprile 2018

Deliberazione n. 0142/18 Proposta al Consiglio per l’adozione di delibera concernente. Schema del Bilancio di previsione 2018/2020. Verifica del rispetto dei vincoli di finanza pubblica 2018/2020.

qui la delibera n. 142 del 31 marzo 2018  dgc_310318_0142 (1)

allegati al Bilancio 2018 /2020   ALLEGATI_BILANCIO_PREVISIONE_2018_2020_con_firma

Rassegna stampa sul bilancio e il debito 

13 aprile i grillini si sfilano da ogni manifestazione

13 aprile la guerra degli striscioni sul debito

13 aprile un commissario a gestire la legge speciale per napoli

03 aprile bilancio comunale il conto salato delle partecipate

03 aprile Bilancio lacrime e sangue guerra Dema PD

03 aprile Dema sfiorato il dissesto

03 aprile se per debiti ci tocca vendere anche il Vesuvio

03 aprile tredici immobili sono pronti per la dismissione(1)

03 aprile volevano che vendessi il San Paolo

04 aprile se arriva una buona offerta vendo il San Paolo ma aveva detto il contrario ieri

04 aprile Dema per 50 milioni vendo il San Paolo ma de laurentis si sfila

5 aprile Editoriale di gennaro Ascione Il Dissesto non è il peggiore dei mali

05 aprile in vendita anche Villaebe, Centrale del Latte e Fabbrica Corradini

9 aprile bilancio vertice Giunta Capigruppoo e Simeone va all’attacco

11 aprile la Giuta rende patrimonio disponibile le aree mercatali

11 aprile la triplice manifestazione inutile serve legge speciale

11 aprile Terme di Agnano in vendita con altri beni Simeone si schiera

11 aprile editoriale paolo Macry la rivoluzione che divide la città

12 aprile ancora sul debito

12 aprile comitati verità sul debito PD e Lega

12 aprile debito due piazze due proteste

12 aprile debito e alibi creati dal sistema appelli a tutti

12 aprile debito i timori del sindaco sul futuro governo

12 aprile operazione verità sui conti

12 aprile Valente il sindaco teme dissesto e incandidabilità