Consiglio rinviato Sindaco al capolinea

Consiglio rinviato Sindaco al capolinea – Comunicato STAMPA

Ennesimo rinvio del Consiglio comunale e dei problemi della città meglio discuterne a Roma

Il Sindaco ha comunicato al Presidente del Consiglio che non potrà essere presente, unitamente ad alcuni assessori, al Consiglio Comunale fissato per il 16 novembre “per sopraggiunti motivi di interesse della Città legati ai lavori parlamentari di esame e approvazione della legge di Bilancio”.

Non si comprendono i motivi reali del rinvio della discussione, se è dovuta ad una spaccatura nella maggioranza (alcune forze politiche sono di fatto all’opposizione) oppure se i consiglieri comunali, privati dell’unico momento di confronto e dibattito politico in Consiglio, devono essere spettatori impotenti della lenta agonia della città, non potendo denunciare una Amministrazione che non riesce a garantire i servizi minimi essenziali.

Di sicuro si può affermare che la maggioranza in Consiglio oggi non esiste più, fondandosi su un margine di 1 o 2 voti al massimo e, soprattutto, il Sindaco non ha risposte concrete da fornire sui problemi reali dei cittadini, preferisce non affrontare dibattiti pubblici, preoccupandosi unicamente del suo futuro politico. Troppo complesso per il Sindaco e la sua Giunta dare risposte sui trasporti o sulla manutenzione degli edifici scolastici o sul verde pubblico o sulla gestione del patrimonio comunale.

Ci auguriamo che il Sindaco e la sua “maggioranza” ne traggano le dovute conclusioni.

I portavoce Gruppo consiliare Movimento 5 stelle

Matteo Brambilla               Marta Matano

LA MAGGIORANZA CHE FU

LA MAGGIORANZA CHE FU

Oggi per la terza volta consecutiva si è potuto iniziare il Consiglio comunale grazie alle opposizioni che hanno garantito il numero legale.

Solo la presenza in aula dei Consiglieri di opposizione ha fatto sì che si potesse procedere all’attribuzione del seggio alla Sig.ra Rosaria Galiero, a seguito delle dimissioni del Consigliere Rinaldi.

Una maggioranza che non è in grado di garantire la surroga di un Consigliere appartenente a gruppi che sostengono la stessa, non si può considerare tale.

Noi siamo rimasti in aula con spirito istituzionale per consentire la surroga del Consigliere dimissionario ma, successivamente, abbiamo richiesto la verifica del numero legale, constatando che questa è una maggioranza che fu. Ci auguriamo che il Sindaco e la sua “maggioranza” ne traggano le dovute conclusioni.

 I portavoce Gruppo consiliare Movimento 5 stelle

Matteo Brambilla    Marta Matano

http://www.ildesk.it/attualita/napoli-il-sindaco-vuole-unire-i-popoli-del-mondo-ma-e-senza-maggioranza-in-consiglio/

http://www.ilmattino.it/napoli/politica/napoli_sospeso_consiglio_comunale_mancanza_di_numero_legale-4086429.html