M5s, Ordine del giorno in Consiglio sull’istituzione di un’area di controllo emissioni nel Mediterraneo (ECA)

Nei prossimi Consigli comunali del 6 e 7 agosto 2018 sarà discusso un ordini del giorno, proposto dai consiglieri Brambilla e Matano, ha per oggetto la richiesta di istituire un’area di controllo delle emissioni nel Mediterraneo (ECA).

L’ordine del giorno del Gruppo Movimento 5 stelle  stabilisce che il Consiglio Comunale del Comune di Napoli si associa e sostiene l’iniziativa del Comune di Civitavecchia nella sua richiesta al Governo

Impegna il Sindaco e la Giunta  

ad associarsi e sostenere la richiesta del Sindaco di Civitavecchia al Governo affinché per tutte le zone di mare venga applicato un tenore massimo di zolfo dei combustibili navali pari allo 0,10% in massa e al tempo stesso promuova l’istituzione di una nuova AREA di CONTROLLO delle EMISSIONI (ECA) nel Mediterraneo, in base alle procedure dell’Allegato VI della Convenzione MARPOL, che comprenda aree di controllo delle emissioni di ossidi di zolfo e particolato e di ossidi di azoto;

Stabilisce che copia del presente O.d.G. sia inviata al Presidente del Consiglio, al Ministro per le Infrastrutture, al Ministro per l’Ambiente, nonché ai Consigli Comunali delle 54 Città nei cui territori comunali insistono i porti elencati nella L. 89/1994, contestualmente all’invito ad approvare provvedimenti analoghi;

Promuovere sul tema una Conferenza delle Città portuali affinché il Governo adotti le misure indicate nel presente Ordine del Giorno.

I portavoce del Gruppo Movimento 5 stelle 

Matteo Brambilla    Marta Matano

Qui l’ordine del giorno 

07 ODG PORTO istituzione Area di controllo emissioni nel Mediterraneo ECA