Spariscono i Poliambulatori specialistici del Distretto 27 Vomero-Arenella.

santobonoIl Piano di riassetto della rete ospedaliera e territoriale prevedeva, come da legge Regionale n.49/2010, l’aggregazione del Presidio Ospedaliero SS. Annunziata della ASL NA1 con l’Azienda Ospedaliera Pausillipon, invece nel Decreto n.28 del 10 marzo 2015 il punto d) cita: “inoltre, al fine di conseguire una efficiente razionalizzazione degli spazi e delle attività dell’azienda e delle struttura sanitarie interessate, occorre altresì prevedere l’avvio delle procedure per il complessivo trasferimento dalla ASL alla A.O. della proprietà dei due livelli superiori dell’edificio con ingresso da via Conte della Cerra e da via Mario Fiore, attualmente sede delle attività del Distretto Sanitario di Base 27 della ASL Napoli 1 Centro, in considerazione dell’accesso diretto e complanarità alla sede dell’Azienda Santobono-Pausilipon, garantendo, nelle more della conclusione delle predette procedure, che i citati livelli siano resi disponibili a quest’ultima;”

I livelli superiori, di cui sopra, ospitano da anni i poliambulatori tanto utilizzati dai residenti della V Municipalità, per la maggior parte anziani che sfruttano la centralità del presidio sanitario posto proprio al confine delle due circoscrizioni Arenella e Vomero.

Avremo dunque un Polo Pediatrico d’eccellenza! Ma deve essere sfuggito però, che in alcuni locali in questione è ospitata la medicina territoriale specialistica dove operano 41 medici ed altrettanto personale infermieristico. Assistono un’utenza che per l’80% è over 65 e garantiscono l’attivo economico del Distretto. Nel Decreto non si fa menzione di tutto ciò né viene citata la nuova struttura destinata a diventare la sede degli ambulatori. Come si erogheranno i servizi sanitari ai 129.000 cittadini residenti sul territorio? Si svuotano i Poliambulatori facendo un vero e proprio regalo ai Convenzionati esterni?

E’ stato inoltre previsto e valutato l’eccessiva concentrazione di utenza per il polo pediatrico a scala regionale in un quartiere già congestionato ed incapace di offrire idonei parcheggi?

La V Municipalità e il Comune di Napoli hanno dovuto subire le scelte della Regione Campania senza la possibilità di studiare alternative al fine di ottimizzare gli spazi esistenti nel Distretto 27 e gli orari delle visite. Infatti, i primi due piani della struttura sono quasi inutilizzati e durante i pomeriggi nei piani degli ambulatori sono attive solo poche specialità.

Non si comprende la fretta della Regione Campania di liberare l’Ospedale  dell’Annunziata se non per il motivo di ottenere fondi del progetto Unesco per la riqualificazione del centro storico di Napoli ai quali l’Ospedale avrebbe diritto in quanto edificio storico.

Il giono 14 aprile presso la sala Silvia Ruotolo, aula consiliare della V Municipalità, alle ore 16,30, si terrà un incontro tra cittadini e operatori sanitari nel quale il Movimento 5 stelle intende richiedere alla Regione di valutare in primis la possibilità di opportune turnazioni che sfruttino a pieno la disponibilità dei locali esistenti. Solo a valle di tale analisi, laddove riscontrata una effettiva impossibilità di attuare tale proposta, il Movimento richiede che venga individuata, prima dello sgombero dei locali ambulatoriali, una idonea sede nello stretto circondario per tutelare le giustificate preoccupazioni dell’utenza.