Brambilla (M5s) Piano riequilibrio Alienazioni 2018 in Consiglio


Matteo Brambilla Portavoce del Gruppo Movimento 5 stelle al Consiglio Comunale  29 novembre 2018 interviene sul piano di riequilibrio , alienazioni immobili e assestamento bilancio

E’ UN PO’ LUNGO CIRCA 35 MINUTI, MA VI CONSIGLIO DI ASCOLTARLO TUTTO.
AVVERTENZA: I TONI SONO ADEGUATI ALLA PRESA IN GIRO DI QUESTA MANOVRA DI RIEQUILIBRIO…

Il consigliere Brambilla (Movimento 5 Stelle), riferendosi nel dettaglio del ricorso alla Corte dei Conti, ai punti accolti e a quelli rinviati al vaglio della Corte Costituzionale, ha sostenuto che, se verrà verificato il miliardo e 200 milioni di extra deficit, questo graverà ulteriormente sui cittadini; si è poi soffermato sul piano di alienazione, dal quale ora manca l’ex Albergo dei Poveri, sui debiti fuori bilancio e sull’ammontare degli interessi che si dovranno pagare perché non sono ancora arrivati in Aula, sugli impianti sportivi, con l’aumento delle tariffe dal 2020, sul “presumibile” incremento delle percentuali di riscossione; altri argomenti richiamati: la riduzione degli stipendi delle partecipate, osservando che in nessun caso si prevedono tagli ai superminimi di ANM; sempre su ANM si prevede che il Comune darà soldi solo fino al 2019, in base al piano del 2017; e che il 40% sarà comunque alienato, con buona pace di chi sostiene che Napoli sarà la capitale europea dei trasporti; il nuovo contratto Napoli Servizi, la rete gas comunale, il piano residuale di vendite dal 2021 al 2025, le terme di Agnano, un pezzo di storia della città data via solo per stare a galla, il mancato taglio ai costi della politica e tagli alle Municipalità; insomma, non sarà possibile nessun miglioramento dei servizi e i cittadini pagheranno fino al 2044 i costi di queste incapacità; contestando l’emendamento al Milleproroghe che sterilizzando per un anno il debito ha consentito ad una amministrazione incapace di adeguata programmazione di sopravvivere, barattando la sopravvivenza politica con l’affossamento totale della città di Napoli.  cit. Gabriella Carrino Ufficio Stampa Comune di Napoli

Delibera di G.C. n.555 del 22.11.2018 di proposta al Consiglio avente ad oggetto: Aggiornamento del Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari (PAVI) e del Piano Straordinario di vendita approvati con deliberazioni consiliari nn. 27 e 28/2018. Vicesindaco: Panini; Assessore: Clemente

Emendata e approvata a maggioranza con 23 voti favorevoli. Approvate tre mozioni

DGC 555 22.11.2018 agg piano alienvaloriz immob

ParCollRevisDGC 555 22.11.2018

Delibera di G.C. n.556 del 23.11.2018 di proposta al Consiglio avente ad oggetto: Approvazione, ai sensi dell’articolo 1, comma 2 – quater, del D.L. 25 luglio 2018, n. 91, convertito dalla L. 21 settembre 2018, n. 108, della nuova riformulazione del Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale, già riformulato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 19/03/2018 ex art. 1 commi 888 e 889 della Legge 27 dicembre 2017, n. 205 ed ex art. 243-bis del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267. Vicesindaco: Panini

Approvata all’unanimità dei presenti 

 dgc_231118_0556

ParCollRev DGC 556 23.11.2018

NUOVA_RIFORMULAZIONE_PIANO_RIEQUILIBRIO_COMUNE_DI_NAPOLI_signed_signed

Delibera di G.C. n.557 del 23.11.2018 di proposta al Consiglio avente ad oggetto: Variazione del bilancio di previsione 2018/2020 – annualità 2018 – 2019 – 2020 in relazione alla nuova riformulazione del Piano di Riequilibrio finanziario pluriennale ex art. 1 comma 2-quater D.L. 91/2018 e art. 1 commi 888 e 889 della Legge 205/2017. Vicesindaco: Panini

dgc_231118_0557                 ParCollRev DGC 557 23.11.2018

RASSEGNA STAMPA COMUNE di NAPOLI 

Bilancio scontro in aula DEBITI per 26 anni finoal 2044

Bilanci si al riequilibrio valzer di deleghe

dema punta su IMU e Tari

TAsse il comune scopre 30 mila famiglie fantasma

DUP 2018 -2020- Assestamento generale di bilancio Comune di Napoli

Assestamento di Bilancio, le delibere saranno discusse nei prossimi consigli comunali il 6 e il 7 agosto 2018

Deliberazione n. 374/18 PROPOSTA AL CONSIGLIO: Approvazione modifiche e integrazioni al Documento Unico di Programmazione – DUP 2018 – 2020.

dgc_270718_0374

All_dgc_270718_0374_da_pag_001_a_pag_070

All_dgc_270718_0374_da_pag_071_a_pag_131

Deliberazione n. 375/18 PROPOSTA AL CONSIGLIO: Bilancio di previsione 2018/2020 – Variazione di assestamento generale ex art. 175, comma 8 D.Lgs. 267/2000. Salvaguardia di equilibri ex art. 193 D.Lgs 267/2000. Relazione del Sindaco al Consiglio Comunale sullo Stato di attuazione del piano di rientro dal disavanzo di amministrazione ex art. 188 comma 1 D.Lgs. 267/2000.

dgc_270718_0375

Comunicato Stampa della Giunta del 27/07/2018

Approvato in Giunta l’Assestamento di Bilancio 2018-2020

L’Assessore Panini: “Le politiche di risanamento dei conti continuano a dare riscontri positivi”

Nella seduta odierna, la Giunta de Magistris ha approvato la salvaguardia degli equilibri e l’assestamento generale del bilancio d’esercizio 2018/2020, che sarà discusso nei prossimi giorni in Consiglio Comunale. Il documento contiene le variazioni apportate al Bilancio di esercizio 2018-2020 e conferma il permanere del pareggio finanziario e di tutti gli equilibri stabiliti in bilancio per la copertura delle spese correnti e per il finanziamento degli investimenti.

http://www.comune.napoli.it/flex/FixedPages/IT/ComunicatiStampaTotali.php/L/IT/frmSearchHaveData/OK/frmSearchText/-/frmSearchMonth/7/frmSearchYear/2018/frmTipologia_1/on/frmIDComunicatoStampa/18608

CONSIGLIO COMUNALE – Il Consiglio comunale si riunirà il 6 e il 7 agosto

La Conferenza dei Capigruppo, presieduta da Alessandro Fucito, si è riunita oggi con la partecipazione dell’assessore delegato ai rapporti con il Consiglio, Ciro Borriello, ed ha deciso che il Consiglio comunale si riunirà lunedì 6 agosto e martedì 7 agosto.
La seduta del 6 agosto inizierà alle ore 12.00 (con il question time fissato per le ore 11.00), quella del 7 agosto alle ore 10.00 (con il question time alle ore 09.00). Le due sedute avranno un unico ordine dei lavori che prevede la ratifica di 13 delibere di variazione di bilancio di previsione 2018-2020 assunte dalla Giunta coi poteri del Consiglio (nn. 288/2018, 290/2018, 296/2018, 300/2018, 301/2018, 302/2018, 330/2018, 334/2018, 336/2018, 344/2018, 350/2018, 351/2018, 354/2018); la delibera n. 287/2018 (di proposta al Consiglio di variazione del Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2018-2020, dell’Elenco annuale dei lavori pubblici 2018 e della programmazione biennale per l’acquisto di beni e servizi 2018/2019 quali allegati al D.U.P. 2018/2020); le delibere di proposta al Consiglio 374 e 375/2018 (relative all’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione 2018-2020 e all’assestamento del bilancio di previsione 2018/2020); due delibere di somma urgenza, la n. 329/2018 (di proposta al Consiglio per gli interventi di eliminazione dei dissesti e messa in sicurezza effettuati in vicoletto S. Gennaro dei Poveri e vico S. Margherita a Fonseca) e la n. 353/2018 (di proposta al Consiglioper la messa in sicurezza dell’impianto elettrico dei locali dei servizi demografici della Prima Municipalità).
Saranno discussi, infine, tre ordini del giorno. I primi due, già fissati per la seduta del 24 luglio e non discussi, riguardano i controlli sulle attività di riciclo degli indumenti usati, proposto dal consigliere Moretto, e le agevolazioni a favore di categorie disagiate di cittadini, a firma del consigliere Brambilla. L’ultimo ordine del giorno, proposto dai consiglieri Brambilla e Matano, ha per oggetto la richiesta di istituire un’area di controllo delle emissioni nel Mediterraneo (ECA).
La definizione della data e dell’orario delle sedute è stata preceduta da una lunga discussione nel corso della quale sono state votate e respinte a maggioranza le proposte dei gruppi di opposizione (La Città, Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Partito Democratico, Prima Napoli) di dare inizio ai lavori lunedì 6 alle ore 10 e di calendarizzare solo gli atti deliberativi completi di tutti i pareri.

 

ANCORA LA CORTE DEI CONTI

Ho presentato oggi, un accesso atti sulla convocazione per il 15 giugno pervenuta al Comune di Napoli  dalla Corte dei Conti, sono dispiaciuto di aver appreso della notizia tramite la stampa e non  come componente della Commissione Bilancio.

Sembra che la Corte dei Conti abbia chiesto spiegazioni  sui  debiti fuori bilancio, sull’incapacità di riscossione, sul piano di dismissione degli immobili e su incongruenze contabili.

Matteo Brambilla Portavoce al Consiglio Comunale M5s 

11.06.18 Accesso atti convocazione Corte dei Conti

Articolo di Repubblica del 9 giugno 2018