INTERROGAZIONE M5s : Gaiola Amianto sulla spiaggia di Trentaremi interdetta per pericolo frane

Gaiola Amianto sulla spiaggia di Trentaremi interdetta per pericolo frane

Il Gruppo del Movimento 5 stelle ha presentato un’interrogazione a risposta scritta sulla PRESENZA DI AMIANTO DAL 1959 SULLA SPIAGGIA DI TRENTAREMI   INTERDETTA PER PERICOLO DI FRANE E CADUTA MASSI AREA MARINA PROTETTA GAIOLA  –  balneabilità dei litorali – informazione ai cittadini e relativi controlli sui divieti.

Nell’Area marina protetta della Gaiola – spiaggia di Trentaremi, interdetta per problemi di pericolo di frane, meta di molti bagnanti ma raggiungibile via mare con canoe/barche/kaiak. , molti cittadini hanno segnalato sulla spiaggia la presenza di molti manufatti che sembrano di cemento di qualche decennio fa ma in realtà si tratta di rifiuti di amianto;

Tali manufatti sono esposti agli agenti atmosferici, friabili, sgretolati, e diffusi nell’aria attraverso i venti, possono aver contaminato le coste contigue, tra Marechiaro e Bagnoli. Si tratta degli scarti di lavorazione industriale della Cementir di Bagnoli, già denunciati da “Il Mattino” nel 1959.

La presenza di tali sostanze comporta un elevato rischio per la salute umana, tutelata dalla Costituzione all’art. 32 nonché dalla vigente normativa sia nazionale che europea.

491373 interrogazione presenza amianto alla gaiola

 

Ente gestore: soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei. Controllo: Carabinieri nucleo tutela beni archeologici, capitaneria di porto Napoli

M5S vota No al Rendiconto 2016: LE RAGIONI POLITICHE

Francesca Menna, capogruppo al Consiglio comunale, spiega le ragioni politiche del voto contrario.

La lettura degli atti contabili, volutamente e colpevolmente ridotta spesso solo ad aspetti tecnici, è in realtà l’indicatore principale della direzione politica delle amministrazioni pubbliche.

In questo rendiconto del 2016 dov’è la cosa pubblica?
Conosciamo le difficoltà economiche e finanziarie degli enti locali, costretti a far quadrare i conti con tagli indesiderati.
Tuttavia i Comuni scelgono cosa sacrificare e cosa salvaguardare, e questa amministrazione ha scelto di tagliare principalmente risorse alle politiche sociali, del lavoro, della casa.
Ecco perché votiamo no, senza gioire come ci si aspetterebbe da un’opposizione irresponsabile per l’insuccesso di una maggioranza, ma con l’onestà intellettuale che cerchiamo sempre di praticare diciamo un no convinto e dispiaciuto per la nostra città che resta così indebolita, fragile, ricattabile.

M5s, Ordine del giorno COMPOSTAGGIO di COMUNITA’ APPROVATO all’unanimità

8 maggio 2017 – APPROVATA LA DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE n. 0212 del 29 aprile 2017   Indirizzi per la promozione e l’incentivazione all’utilizzo di impianti di compostaggio di comunità ai sensi del Decreto Dirigenziale n. 71 del 22/02/2017 della Regione Campania “Avviso pubblico per la manifestazione di interesse alla localizzazione di impianti di compostaggio di comunità per trattamento della frazione organica” ed autorizzazione al dirigente competente alla predisposizione di una selezione ad evidenza pubblica finalizzata alla individuazione di aree e contesti per la localizzazione di detti impianti.

scarica qui il documento dgc_290417_0212.pdf compostaggio comunità

Il 6 Marzo in Consiglio Comunale grazie Movimento 5 Stelle è stata approvato all’unanimità un Ordine del giorno che prevede la possibilità del Compostaggio di Comunità!!

Una grande vittoria…adesso la parola alle Municipalità !!!

Mozione proposta dalla consigliera Francesca Menna “Adesione alla manifestazione di interesse alla localizzazione di impianti di compostaggio di comunità per il trattamento della frazione organica dei rifiuti indetta dalla Regione Campania”  Mozione compostaggio comunità

Regione Campania sul BURC n. 15 del 23 febbraio 2017  è stato pubblicato il Decreto Dirigenziale n. 71 del 22/02/2017 “avviso pubblico per la manifestazione di interesse alla localizzazione di impianti di compostaggio di comunità per trattamento delle frazione organica dei rifiuti urbani” con scadenza 13 marzo 2017  DECRETO_DIRIGENZIALE_DIP52_5_N_71_DEL_22-02-2017