Bagnoli palazzo Via Ilioneo, interrogazione M5s sul degrado urbano

I portavoce del gruppo consiliare del Movimento 5 stelle Francesca Menna e Matteo Brambilla  hanno presentato un’interrogazione sulla messa in sicurezza ed esecuzione di lavori immobile pericolante e verifica delle condizioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità esistenti in corrispondenza  del fabbricato sito in via Ilioneo  n° 51 Quartiere Bagnoli.

Il palazzo di Via Ilioneo a Bagnoli versa in condizioni disastrose in conseguenza del nubifragio che interessò la Città di Napoli il 14 e 15 settembre 2001, e dalla dichiarazione di stato di calamità per le zone colpite.

Dopo quindici  anni i residenti di Bagnoli hanno segnalato la situazione indecorosa ai nostri portavoce della Decima Municipalità.

Interrogazione del 7 giugno 2107 446631_7.06.17 Interrogazione fabbricato Via Ilioneo 51

Interrogazione del 13 aprile 2017 (senza risposta2 interrogazione consiglieri X Municip.

Riscontri alla prima interrogazione al Presidente della Decima municipalità febbraio 2017

1a riscontro Pres. Municipalità

1b fabbricato via ilioneo_capizzi morra nocella

Nell’edificio, si trovano travi di sostengo invecchiate, polvere e detriti, carcasse di topi e puzza: quel posto, oltre a mettere in repentaglio la vita dei bambini  ogni giorno, è diventato anche una discarica e un cimitero di animali, oltre che un rifugio di fortuna per immigrati senza tetto.

Nel 2014 sono stati impegnati i fondi necessari ma perché in tanti anni non è stato attuato alcun lavoro di ripristino dei luoghi ?

qui la determina  detimp_311214_2602

E’ necessario mettere in sicurezza tutta la zona, demolire e ricostruire il palazzo e restituire il decoro urbano al quartiere di Bagnoli.

 

M5s vota No sul Rendiconto 2016:IL DISAVANZO È ARRIVATO A MEZZO MILIARDO

Brambilla (Movimento 5 Stelle) ha innanzitutto contestato la ricostruzione di un 2016 caratterizzato da gestione ordinaria in attesa del nuovo Consiglio: il previsionale fu votato ad agosto, e in quell’occasione si disse che, nel previsionale 2017, si sarebbe avuta una collaborazione con l’opposizione.

Sono seguiti tutti atti in ritardo, fino a questo consuntivo rispetto al quale va rilevato il problema dei debiti fuori bilancio: la legge nazionale prevede che entro il 31 luglio di ogni anno siano adottati provvedimenti per correggere le loro cause e entro il 30 settembre vanno riconosciuti: senza questi atti, non possono essere assunti nuovi impegni, come più volte ha affermato la Corte dei Conti sanzionando dirigenti e assessori di altri enti; tra l’altro, non riconoscendoli crescono gli interessi. le cause dei debiti fuori bilancio sono nella nella disorganizzazione e negli errori degli uffici che ricadono sui cittadini.

L’intervento ha toccato molti altri aspetti, come la cattiva gestione delle partecipate, la mancanza del fondo contenziosi, invece necessaria a giudizio dei Revisori, la mancata rendicontazione degli investimenti con risorse trasferite dallo Stato, il mancato inserimento nei costi/ricavi dei cimiteri delle maggiori entrate inserite nel previsionale, i costi per missioni e spese di rappresentanza restano immutati mentre è stata eliminata la voce formazione dipendenti e si spende pochissimo per la manutenzione del patrimonio e la tutela del territorio.

REVISORI relazione su rendiconto 2016

A PAGINA 52 E 53 SONO INDICATE  IRREGOLARITA’ NON SANATE, RILIEVI, CONSIDERAZIONI E PROPOSTE DEI REVISORI

RASSEGNA STAMPA

MEZZO MILIARDO DI MULTE CHE NESSUNO RIESCE A RISCUOTERE

http://www.corriere.it/cronache/17_maggio_26/napoli-mezzo-miliardo-multe-riscossione-4b82f54e-4182-11e7-a68e-d2b8d4e938cf.shtml

le indicazioni dei revisori

Il Mattino Indebitamento record

comunicato stampa comune Napoli

debiti fuori bilancio

Bilancio 2017-2019: Menna e Brambilla (M5s) siamo indignati

Bilancio 2017 – in questo video Francesca Menna e Matteo Brambilla spiegano in parole semplici questo stato delle cose.

Cerchiamo di farlo girare condividendolo. Cerchiamo di diffondere un po’ di informazione.

Napoli, 21 aprile – Il Consiglio comunale di Napoli ha approvato il bilancio di previsione 2017-2019 dopo una maratona in Aula di 22 ore. Il documento contabile è stato approvato con i voti della sola maggioranza.

Un Bilancio acrobatico e complicato per il Sindaco De Magistris ad un passo dal baratro del dissesto.