Brambilla (M5S) sulle tariffe Tari 2019

BRAMBILLA (M5S) intervento su tariffa rifiuti. E IO PAGO, PARTE QUINTA

BRAMBILLA (M5S) voto tariffe tari: aumentano quelle per le utenze domestiche.Già erano tra le più alte d’Italia con pessimo servizio…

Deliberazione n. 120/19 – PROPOSTA AL CONSIGLIO COMUNALE: Approvazione tariffe Tari 2019.

dgc_220319_0120 Sulla delibera 120/2019 sull’approvazione delle tariffe Tari 2020, l’assessore Panini ha spiegato che devono coprire l’intero costo del servizio rifiuti, che ha subito un aumento per i costi di smaltimento, e che sono state riparametrate prevedendo piccole variazioni in aumento o in diminuzione. Nel dibattito il consigliere Brambilla ha sottolineato la mancanza della tariffa sperimentale puntuale e il riferimento al regolamento Tari e al PEF approvato oggi, l’aumento delle tariffe per le residenze superiore al costo del servizio approvato, la scelta politica di diminuirle per le utenze non domestiche, una scelta che non può essere condivisa. Se è aumentata la platea dei contribuenti, ci si sarebbe aspettati una diminuzione della tassa. L’assessore Panini, nella replica, ha risposto alle domande del consigliere, sollecitando però un approfondimento della materia nella commissione competente perché molti punti meritano una conoscenza più approfondita di quanto messo in campo. Nella dichiarazione di voto il consigliere Brambilla ha ribadito la propria critica all’impostazione della delibera, annunciando il voto contrario. La delibera è stata quindi approvata a maggioranza, col voto contrario dei consiglieri Lebro e Santoro e del gruppo 5 Stelle. Report Ufficio stampa 

Brambilla (M5s) rifiuti PEF Asìa 2019

BRAMBILLA (M5s) intervento su piano economico finanziario ASIA.

DOV’E’ LA TARIFFA PUNTUALE A RIFIUTO PRODOTTO, PROMESSA IN VIA SPERIMENTALE? DOVE E’ LA DESCRIZIONE DEL LIVELLO DI SERVIZIO EROGATO? DOVE E’ LA DESCRIZIONE STATO DEGLI IMPIANTI? NON C’E’ NULLA IN QUESTO PIANO!!! Scusate il video si interrompe bruscamente, ma lo streaming si è fermato guarda caso quando stavo parlando io… questo è un documento importantissimo sottovalutato da tutti i consiglieri, in realtà è quello che decide le tasse sui rifiuti che pagheremo.

Matteo Brambilla (Mov. 5 stelle) ha sottolineato la mancanza del modello di gestione e organizzazione del servizio, un elemento che manca perché doveva essere allegato al contratto di servizio, che non è mai stato votato dal consiglio comunale. Il servizio dovrebbe costare meno perché non è efficiente, manca la ricognizione degli impianti esistenti e la tariffazione puntuale, che era prevista nell’affidamento in house, non vi è congruità del PEF, sui costi della gestione delle crisi aziendali e va fatta chiarezza sui distacchi di unità di personale alle Terme di Agnano. La delibera è stata quindi approvata a maggioranza col voto contrario dei consiglieri Lebro, Guangi e Santoro e del gruppo 5 Stelle.

Deliberazione n. 119/19 – PROPOSTA AL CONSIGLIO: approvazione del Piano Economico Finanziario (PEF) 2019 per il servizio di gestione dei rifiuti solidi urbani ai fini della determinazione della tariffa sui rifiuti (TARI), ai sensi del comma 639 dell’articolo 1 della legge 147 del 27 dicembre 2013, destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

dgc_220319_0119 PROPOSTA CONSIGLIO approvazione PEF 2019 gestione rifiuti determinazione tariffa rifiuti TARI

dgc_220319_0119 Allegato 1 PROPOSTA CONSIGLIO approvazione PEF 2019 gestione rifiuti determinazione tariffa rifiuti TARI

dgc_220319_0119 Allegato 2 PEF PROPOSTA CONSIGLIO approvazione PEF 2019 gestione rifiuti determinazione tariffa rifiuti TARI

dgc_220319_0119 Allegato 3 PROPOSTA CONSIGLIO approvazione PEF 2019 gestione rifiuti determinazione tariffa rifiuti TARI

dgc_220319_0119 Allegato 4 PROPOSTA CONSIGLIO approvazione PEF 2019 gestione rifiuti determinazione tariffa rifiuti TARI

dgc_220319_0119 Allegato 5 PROPOSTA CONSIGLIO approvazione PEF 2019 gestione rifiuti determinazione tariffa rifiuti TARI

 

MATANO (M5s) APPROVATO ORDINE DEL GIORNO PLASTIC FREE

APPROVATO ORDINE DEL GIORNO PLASTIC FREE in commissione MOZIONE AMIANTO 

Marta Matano presidente del gruppo Movimento 5 stelle ha illustrato la  mozione per l’istituzione del registro ditte smaltimento amianto al quale i cittadini possano attingere, magari con convenzioni tra comune e le stesse aziende, e un ordine del giorno per l’eliminazione della plastica monouso su tutto il territorio cittadino.  Consiglio comunale del 29 marzo 2019.

La consigliera Matano (Movimento 5 Stelle) ha quindi presentato la mozione del gruppo, che richiama l’impegno dell’amministrazione ad istituire un albo di aziende accreditate (elenco Asìa) al quale il cittadino privato possa rivolgersi per lo smaltimento dell’amianto e la stipula con gli stessi fornitori di apposite convenzioni che consentano agevolazioni economiche ai privati.

Dopo la risposta dell’assessore Del Giudice, che ha obiettato che per Asìa non è possibile accedere a questa modalità, e l’ulteriore illustrazione del consigliere Brambilla, l’assessore ha proposto, proposta accettata dai presentatori, un approfondimento in commissione con tutti i soggetti interessati.

Un secondo ordine del giorno, presentato dalla stessa consigliera Matano, e da questa illustrato, impegna l’amministrazione ad emanare una ordinanza che rispecchi le direttive del Parlamento europeo sull’eliminazione della plastica monouso; l’ordine del giorno, ha precisato la consigliera, riguarda l’intera città e non solo la fascia del lungomare cui si riferisce l’ordinanza sperimentale recentemente emanata dal Sindaco. Con il parere positivo espresso dall’assessore Del Giudice, l’ordine del giorno è stato approvato a maggioranza con l’astensione dei consiglieri Lebro e Nonno.

CC 29 marzo 2019 Mozione albo Amianto Rinviata in commissione ambiente per approfondimenti

19.03.2019 O.d.G. Plastica monouso approvato a maggioranza