PATTO PER NAPOLI, BRAMBILLA (M5S) VIGILEREMO SU COME VERRANNO SPESI I 308 MILIONI

MATTEO BRAMBILLA PORTAVOCE DEL MOVIMENTO 5 STELLE, VIGILEREMO SU COME VERRANNO SPESI I 308 MILIONI DI EURO PREVISTI DAL PATTO PER NAPOLI…spesi solo il 20% in 2 anni

ASSENTI GLI ASSESSORI ENRICO PANINI  VICE SINDACO CON DELEGA  AL BILANCIO  E  MARIO CALABRESE CON DELEGA ALLE INFRASTRUTTURE – PRESENTE L’ASSESSORE CARMINE PISCOPO CON DELEGA ALL’URBANISTICA

CONSIGLIO COMUNALE  – 7 MARZO 2019 

La commissione di monitoraggio per l’attuazione del Patto per Napoli ha fatto il punto sugli interventi previsti

La riunione, sollecitata dai consiglieri Bismuto e Brambilla, ha iniziato l’approfondimento delle opere previste nell’ambito del programma di investimenti firmato nel 2016 e finanziato con risorse del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020.

Hanno concordato tutti i consiglieri intervenuti – Bismuto, Brambilla, Moretto e Venanzoni –che è opportuno che i dirigenti coinvolti forniscano una relazione dettagliata, divisa per interventi, per facilitare l’approfondimento da parte della commissione, che convocherà successive e distinte riunioni per i diversi settori interessati dai finanziamenti, anche per monitorare periodicamente lo stato di avanzamento dei lavori.

Prima di entrare nel merito, il consigliere Brambilla è intervenuto sull’ordine dei lavori per criticare l’assenza degli altri due assessori convocati, il titolare della delega al Bilancio e vice Sindaco Panini e della delega alle Infrastrutture Calabrese, ritenendo parziale la discussione, e per sottolineare il carattere fondamentale della comunicazione ai cittadini dello stato di avanzamento dei lavori previsti dal Patto.

Sui molti degli aspetti sollevati, sono intervenuti i consiglieri: Brambilla (Movimento 5 Stelle) con quesiti relativi agli interventi per gli archivi, le scuole, il parco della Marinella, Restart Scampia, la città verticale, gli edifici pubblici e il parco archeologico, con richiesta di conoscere più nel dettaglio gli interventi e lo stato di attuazione, esprimendo timori per il ritardo accumulato rispetto alle previsioni e per la possibile perdita di parte dei finanziamenti.

In chiusura il presidente Nonno ha annunciato nuove convocazioni divise per ambiti di intervento e con la partecipazione dei singoli dirigenti competenti.

CRONACHE DI NAPOLI – IL FLOP PATTO PER NAPOLI IN DUE ANNI SPESO SOLO IL 20 PER CENTO – 60MILIONI SPESI 30 PROGETTI NESSUN CRONOPROGRAMMA    08 marzo 19 Patto per Napoli in due anni speso solo il 20 per cento

REPORT UFFICIO STAMPA

http://www.comune.napoli.it/flex/FixedPages/IT/ComunicatiStampaTotali.php/L/IT/frmSearchHaveData/OK/frmSearchText/-/frmSearchMonth/-1/frmSearchYear/-1/frmTipologia_2/on/frmIDComunicatoStampa/19739

DESERTA la Commissione Patto per Napoli

CORTE DEI CONTI depositati due esposti dal Movimento 5 stelle

STAMATTINA 25 febbraio 2019 i portavoce in Consiglio comunale Marta Matano e Matteo Brambilla hanno depositato altri due esposti presso la Procura della Corte dei Conti Sezione Regionale per la Campania.  

Questi due esposti riguardano la vicenda TARI e una serie di disfunzioni che hanno provocato mancati introiti per le casse comunali.

Per quanto concerne la vicenda TARI, oltre ad evidenziare il ritardo e la confusione con cui è stata attuata la procedura, che difficilmente produrrà gli incassi sperati, ma anche le spese, per circa due milioni di euro, per implementare i software a disposizione e poter individuare quindi i cittadini che non hanno versato ovvero che hanno versato in parte o in maniera difforme.

I ritardi con cui è stata affrontata la vicenda è frutto della approssimazione con la quale questa Amministrazione – da 7 anni a questa parte – affronta i problemi della organizzazione amministrativa e la gestione della Città nel suo complesso. Come riportato anche dalla stampa odierna, una serie di ricorsi si riverseranno sul Comune, rendendo vana la possibilità di incassare effettivamente le somme previste, causando quindi un danno erariale per il Comune determinato dal mancato incasso e dalle spese per un sistema che comunque non consente di monitorare la problematica dei soggetti tenuti al pagamento delle tasse locali.

Il secondo riguarda invece una serie di operazioni poco trasparenti che determinano, ad avviso dei portavoce una serie di danni erariali.

Il primo riguarda la gestione dei debiti derivanti dalla ricostruzione post-terremoto. Mentre per il famoso CR 8, è stato chiesto, in ritardo e senza addivenire per tempo ad una transazione con il creditore, l’intervento dello Stato, con il Consorzio CN 10 si è proceduto direttamente alla liquidazione del debito. La materia ed il contenzioso è identico per cui se il Comune chiedeva anche in questo caso l’intervento statale si poteva addivenire ad un risparmio di circa 7,5 milioni di euro. Altra questione riguarda la mancata sottoscrizione della convenzione per lo Stadio San Paolo. Il solo fatto della mancata sottoscrizione ha determinato un mancato incasso complessivo di circa 9 milioni di euro. Anche per la gestione di immobili comunali sono stati rilevate una serie di anomalie, solo in parte precisate dagli uffici che riguardano la conduzione di alcuni uffici senza che vengano pienamente utilizzati dal Comune. Su tale aspetto appare emblematica la vicenda dell’ “ex Asilo Filangieri” per il quale, di recente, la Corte dei Conti ha già condannato ex assessori e dirigenti comunali. Infine la vicenda di “Palazzo Cavalcanti” concesso a alcune società a costi molto contenuti senza porre in essere in “servizio a domanda individuale” e senza nemmeno far discutere la proposta di iniziativa consiliare a firma sempre dei portavoce in Consiglio.

I Portavoce Consiglieri comunali Movimento 5 stelle

Marta Matano  Matteo Brambilla

ELIMINATO PERICOLO PER IL MARCIAPIEDE A VIALE DELLA LIBERAZIONE

SARANNO ESEGUITI I LAVORI ED ELIMINATO IL PERICOLO

Oggi 21 febbraio il dirigente del Servizio Difesa idrogeologica del Territorio e Sicurezza Abitativa ha risposto alla nostra segnalazione del 18 gennaio 2019.

Il proprietario /amministratore è stato diffidato ad adempiere a:

“Sostituzione/manutenzione delle delimitazioni provvisoriamente già installate dai servizi competenti; la rimozione del terreno caduto sui marciapiedi e che costituisce ostacolo alla normale fruizione dello stesso da parte dei pedoni nonchè lesivo del decoro della sede stradale.”

L’11 febbraio 2019 è stata sollecitata l’emissione del prescritto certificato di eliminato pericolo (CEP) in corso di notifica a cura della Polizia Locale.

E’ in corso di redazione l’ordinanza Sindacale Lavori.

qui la risposta del Servizio    21 feb 19 accesso atti scuola napoletana equitazione(1)

Segnalazione urgente ai dirigenti competenti sull’impraticabilità dell’utilizzo del marciapiede di Viale della Liberazione.   

I sottoscritti portavoce Consiglieri Comunali del Gruppo M5s, Matteo Brambilla e Marta Matano, su segnalazione dei cittadini e dei consiglieri della X Municipalità (inviata il 23 marzo 2017), hanno constatato che il muro perimetrale la Scuola Napoletana di Equitazione U. De Carolis risulta ancora invadere il marciapiede di Viale della Liberazione.

Per quanto sopra esposto, si chiede di intervenire per ripristinare lo status quo, perché questa situazione potrebbe provocare un pericolo per i cittadini, in quanto la situazione impedisce ai cittadini di transitare in sicurezza.

Si allegano foto

Cordiali saluti

I portavoce Consiglieri comunali del Gruppo M5S

Matteo Brambilla              Marta Matano

Segnalazione muro n. 49534_17.01.2018