Brambilla (M5s) Piano riequilibrio Alienazioni 2018 in Consiglio


Matteo Brambilla Portavoce del Gruppo Movimento 5 stelle al Consiglio Comunale  29 novembre 2018 interviene sul piano di riequilibrio , alienazioni immobili e assestamento bilancio

E’ UN PO’ LUNGO CIRCA 35 MINUTI, MA VI CONSIGLIO DI ASCOLTARLO TUTTO.
AVVERTENZA: I TONI SONO ADEGUATI ALLA PRESA IN GIRO DI QUESTA MANOVRA DI RIEQUILIBRIO…

Il consigliere Brambilla (Movimento 5 Stelle), riferendosi nel dettaglio del ricorso alla Corte dei Conti, ai punti accolti e a quelli rinviati al vaglio della Corte Costituzionale, ha sostenuto che, se verrà verificato il miliardo e 200 milioni di extra deficit, questo graverà ulteriormente sui cittadini; si è poi soffermato sul piano di alienazione, dal quale ora manca l’ex Albergo dei Poveri, sui debiti fuori bilancio e sull’ammontare degli interessi che si dovranno pagare perché non sono ancora arrivati in Aula, sugli impianti sportivi, con l’aumento delle tariffe dal 2020, sul “presumibile” incremento delle percentuali di riscossione; altri argomenti richiamati: la riduzione degli stipendi delle partecipate, osservando che in nessun caso si prevedono tagli ai superminimi di ANM; sempre su ANM si prevede che il Comune darà soldi solo fino al 2019, in base al piano del 2017; e che il 40% sarà comunque alienato, con buona pace di chi sostiene che Napoli sarà la capitale europea dei trasporti; il nuovo contratto Napoli Servizi, la rete gas comunale, il piano residuale di vendite dal 2021 al 2025, le terme di Agnano, un pezzo di storia della città data via solo per stare a galla, il mancato taglio ai costi della politica e tagli alle Municipalità; insomma, non sarà possibile nessun miglioramento dei servizi e i cittadini pagheranno fino al 2044 i costi di queste incapacità; contestando l’emendamento al Milleproroghe che sterilizzando per un anno il debito ha consentito ad una amministrazione incapace di adeguata programmazione di sopravvivere, barattando la sopravvivenza politica con l’affossamento totale della città di Napoli.  cit. Gabriella Carrino Ufficio Stampa Comune di Napoli

Delibera di G.C. n.555 del 22.11.2018 di proposta al Consiglio avente ad oggetto: Aggiornamento del Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari (PAVI) e del Piano Straordinario di vendita approvati con deliberazioni consiliari nn. 27 e 28/2018. Vicesindaco: Panini; Assessore: Clemente

Emendata e approvata a maggioranza con 23 voti favorevoli. Approvate tre mozioni

DGC 555 22.11.2018 agg piano alienvaloriz immob

ParCollRevisDGC 555 22.11.2018

Delibera di G.C. n.556 del 23.11.2018 di proposta al Consiglio avente ad oggetto: Approvazione, ai sensi dell’articolo 1, comma 2 – quater, del D.L. 25 luglio 2018, n. 91, convertito dalla L. 21 settembre 2018, n. 108, della nuova riformulazione del Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale, già riformulato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 19/03/2018 ex art. 1 commi 888 e 889 della Legge 27 dicembre 2017, n. 205 ed ex art. 243-bis del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267. Vicesindaco: Panini

Approvata all’unanimità dei presenti 

 dgc_231118_0556

ParCollRev DGC 556 23.11.2018

NUOVA_RIFORMULAZIONE_PIANO_RIEQUILIBRIO_COMUNE_DI_NAPOLI_signed_signed

Delibera di G.C. n.557 del 23.11.2018 di proposta al Consiglio avente ad oggetto: Variazione del bilancio di previsione 2018/2020 – annualità 2018 – 2019 – 2020 in relazione alla nuova riformulazione del Piano di Riequilibrio finanziario pluriennale ex art. 1 comma 2-quater D.L. 91/2018 e art. 1 commi 888 e 889 della Legge 205/2017. Vicesindaco: Panini

dgc_231118_0557                 ParCollRev DGC 557 23.11.2018

RASSEGNA STAMPA COMUNE di NAPOLI 

Bilancio scontro in aula DEBITI per 26 anni finoal 2044

Bilanci si al riequilibrio valzer di deleghe

dema punta su IMU e Tari

TAsse il comune scopre 30 mila famiglie fantasma

Brambilla (M5s) intervento su nuovo piano di riequilibrio

Brambilla (M5s)intervento su nuovo piano di riequilibrio in Consiglio comunale del 19 febbraio 2018

Da qui al 2044 ci sono 1,6 miliardi di euro di disavanzo da coprire. Quasi tutti con vendita di immobili e recupero evasione tributi.

IL FUTURO DI GENERAZIONI IMPEGNATO!

Delibera di G.C. n.57 del 15/02/2018 PROPOSTA AL CONSIGLIO COMUNALE: Approvazione della riformulazione del Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale ai sensi dell’art. 1 comma 888 Legge dicembre 2017, n. 205. Assessore Panini    dgc_140218_0057      Piano All_dgc_140218_0057     ParereRevis DGC 57 14.02.2018

Approvata all’unanimità con appello nominale (23 SI)

piano riequilibrio

intervento su nuovo piano di riequilibrio. Da qui al 2044 ci sono 1,6 miliardi di euro di disavanzo da coprire. Quasi tutti con vendita di immobili e recupero evasione tributi. IL FUTURO DI GENERAZIONI IMPEGNATO!

Posted by Matteo Brambilla on Tuesday, February 20, 2018

Menna (M5s) dichiarazione di voto sulla delibera del Piano di Riequilibrio

Ecco il mio intervento in Aula sulla situazione debitoria del Comune di Napoli. 
Ho ribadito la nostra posizione contraria allo strozzamento degli Enti Locali e alla perdita di autonomia, la condivisione dei princìpi che l’amministrazione sostiene circa la storia che ha portato alla situazione attuale e la particolare attenzione che il tessuto sociale di Napoli richiede.
Tuttavia, se si vuole la collaborazione delle forze di minoranza, che noi del Movimento 5 Stelle siamo sempre disponibili a dare, bisogna chiederla con atteggiamenti collaborativi reali, come ad esempio convocare una conferenza dei capigruppo ad hoc e concordare un documento condiviso  del Consiglio comunale, quindi della Città, che sia forte ed incisivo da inviare a Roma. Insieme. Non trasmettere tardivamente documenti da approvare al buio, senza una reale possibilità di analisi e di confronto, o in alternativa da bocciare, riducendo così la discussione del più alto organo rappresentativo della Città a un triste teatrino con la stessa infinita replica del gioco delle parti.
Per questi motivi abbiamo scelto di non partecipare al voto sulla delibera del Piano di riequilibrio, lasciando l’Aula.

Francesca Menna