M5S vota No al Rendiconto 2016: LE RAGIONI POLITICHE

Francesca Menna, capogruppo al Consiglio comunale, spiega le ragioni politiche del voto contrario.

La lettura degli atti contabili, volutamente e colpevolmente ridotta spesso solo ad aspetti tecnici, è in realtà l’indicatore principale della direzione politica delle amministrazioni pubbliche.

In questo rendiconto del 2016 dov’è la cosa pubblica?
Conosciamo le difficoltà economiche e finanziarie degli enti locali, costretti a far quadrare i conti con tagli indesiderati.
Tuttavia i Comuni scelgono cosa sacrificare e cosa salvaguardare, e questa amministrazione ha scelto di tagliare principalmente risorse alle politiche sociali, del lavoro, della casa.
Ecco perché votiamo no, senza gioire come ci si aspetterebbe da un’opposizione irresponsabile per l’insuccesso di una maggioranza, ma con l’onestà intellettuale che cerchiamo sempre di praticare diciamo un no convinto e dispiaciuto per la nostra città che resta così indebolita, fragile, ricattabile.

M5s vota No sul Rendiconto 2016:IL DISAVANZO È ARRIVATO A MEZZO MILIARDO

Brambilla (Movimento 5 Stelle) ha innanzitutto contestato la ricostruzione di un 2016 caratterizzato da gestione ordinaria in attesa del nuovo Consiglio: il previsionale fu votato ad agosto, e in quell’occasione si disse che, nel previsionale 2017, si sarebbe avuta una collaborazione con l’opposizione.

Sono seguiti tutti atti in ritardo, fino a questo consuntivo rispetto al quale va rilevato il problema dei debiti fuori bilancio: la legge nazionale prevede che entro il 31 luglio di ogni anno siano adottati provvedimenti per correggere le loro cause e entro il 30 settembre vanno riconosciuti: senza questi atti, non possono essere assunti nuovi impegni, come più volte ha affermato la Corte dei Conti sanzionando dirigenti e assessori di altri enti; tra l’altro, non riconoscendoli crescono gli interessi. le cause dei debiti fuori bilancio sono nella nella disorganizzazione e negli errori degli uffici che ricadono sui cittadini.

L’intervento ha toccato molti altri aspetti, come la cattiva gestione delle partecipate, la mancanza del fondo contenziosi, invece necessaria a giudizio dei Revisori, la mancata rendicontazione degli investimenti con risorse trasferite dallo Stato, il mancato inserimento nei costi/ricavi dei cimiteri delle maggiori entrate inserite nel previsionale, i costi per missioni e spese di rappresentanza restano immutati mentre è stata eliminata la voce formazione dipendenti e si spende pochissimo per la manutenzione del patrimonio e la tutela del territorio.

REVISORI relazione su rendiconto 2016

A PAGINA 52 E 53 SONO INDICATE  IRREGOLARITA’ NON SANATE, RILIEVI, CONSIDERAZIONI E PROPOSTE DEI REVISORI

RASSEGNA STAMPA

MEZZO MILIARDO DI MULTE CHE NESSUNO RIESCE A RISCUOTERE

http://www.corriere.it/cronache/17_maggio_26/napoli-mezzo-miliardo-multe-riscossione-4b82f54e-4182-11e7-a68e-d2b8d4e938cf.shtml

le indicazioni dei revisori

Il Mattino Indebitamento record

comunicato stampa comune Napoli

debiti fuori bilancio

Approvato e Pubblicato il rendiconto per la gestione finanziaria 2016

aggiornamento 23 maggio 2017 Parere dei revisori dei conti  Relazione_dell__Organo_di_revisione_al_Rendiconto_2016

il 5 maggio 2017 è stata pubblicata all’albo pretorio la Deliberazione n. 0219 del 29 aprile 2017 PROPOSTA AL CONSIGLIO – Approvazione del rendiconto per la gestione finanziaria 2016. Verifica, ex art. 4 D.M. 02/04/2015, in ordine al disavanzo di amministrazione applicato al bilancio di previsione 2016. Conseguenti provvedimenti ex art. 188 D.Lgs 267/2000.

il 26 maggio 2017 il Rendiconto 2016 sarà discusso in Consiglio Comunale

qui i documenti approvati

dgc_290417_0219

dgc_290417_0219_ALLEGATI_RENDICONTO_2016_da_pag_001_a_pag_100

dgc_290417_0219_ALLEGATI_RENDICONTO_2016_da_pag_101_a_pag_200

dgc_290417_0219_ALLEGATI_RENDICONTO_2016_da_pag_201_a_pag_309

comunicato stampa Comune Na Rendiconto 2016