Rendiconto 2017, intervento di Brambilla sulla pregiudiziale al Rendiconto

Matteo Brambilla (M5s)  ultimo intervento su pregiudiziale su consuntivo 2017 in Consiglio Comunale del 23 maggio 2018

Davvero siamo messi malissimo: è stato bruciato quasi 1 miliardo, letto bene 1 miliardo di patrimonio dal 2016 al 2017. Sulle partecipate non si sanno i conti tra dare ed avere con il Comune con certezza. Manca l’inventario dell’ente. Mancano i rendiconti degli agenti contabili. Non si riescono ad incassare tributi e multe, in particolare multe pregresse % incasso del 2,9% e tributi pregressi del 12,6%.

Ma non dovete preoccuparvi, VA TUTTO BENE, E’ TUTTO SOTTO CONTROLLO E QUESTO RENDICONTO 2017 E’ ATTENDIBILISSIMO.

Un’ultima cosina: i servizi a domanda individuale devono avere copertura per almeno il 36% dai ricavi e l’amministrazione inserisce come ricavi 2,4 milioni convenzione stadio san paolo e con questi arriva ad una copertura del 42% dei costi grazie ai ricavi, peccato che nello stesso rendiconto si scriva che quei soldi non sono stati accertati ed incassati… diciamo che un “pagherò” è diventato un “ho pagato”. E sulle partecipate si inseriscono 1 milione di euro per possibili passività, SENZA INDICAZIONI DEL DIRIGENTE SERVIZIO PARTECIPATE…NU MILIONE UANEMA DO’ PRIATORIO!!!

CHE NE SARA’ DI NAPOLI? IL SUD SI DIFENDE CON I FATTI E NON CON LA DEMAGOGIA

CHE NE SARA’ DI NAPOLI?

IL SUD SI DIFENDE CON I FATTI E NON CON LA DEMAGOGIA

 Dichiarazione di Francesca Menna e Matteo Brambilla

Consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle

<Il Collegio dei revisori non può esprimere un parere favorevole sul bilancio consuntivo 2017 del Comune di Napoli perché rileva una serie d’irregolarità non sanate, considerazioni, proposte, rilievi, riserve e prescrizioni come giàevidenziate reiteratamente nei precedenti pareri e relazioni. Queste le parole con le quali il Collegio dei revisori dei conti boccia il bilancio consuntivo 2017 dell’Amministrazione De Magistris>, hanno dichiarato Francesca Menna e Matteo Brambilla consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle.

 

Continua a leggere →

RENDICONTO 2017, pubblicato sull’albo pretorio del 3 maggio

AGGIORNATO  –  La Giunta de Magistris ha approvato la deliberazione di proposta al Consiglio Comunale per l’approvazione del Rendiconto della gestione 2017

Il Rendiconto 2017 evidenzia un maggior disavanzo di 12 milioni di euro circa rispetto al trend previsto nel Piano di Riequilibrio.
L’Amministrazione, contestualmente all’approvazione del Rendiconto 2017, ha assunto provvedimenti per coprire questo ulteriore onere nel bilancio 2018/2020.

Delibera n. 179 del 27 aprile 2018 PROPOSTA AL CONSIGLIO – Approvazione del rendiconto per la gestione finanziaria 2017. Verifica in ordine al disavanzo di amministrazione applicato al bilancio di previsione 2018/202o e conseguente piano di rientro ex art. 188 del D.Lgs. 267/2000.

dgc_270418_0179

All_001_a_100

All_101_a_200 (1)

All_201_a_300

All_301_a_400

All_401_a_500

All_501_a_569

Seguirà aggiornamento con la pubblicazione del parere dei revisori dei conti

Delibera n. 170 del 20 aprile 2018 : “Riedizione del riaccertamento straordinario dei residui ex art. 3 comma 7 D.Lgs. 118/2011, quale misura correttiva ai sensi dell’articolo 148 – bis del D.lgs. 267/2000, in attuazione di quanto disposto dalla Corte dei Conti, Sezione Regionale di Controllo per la Campania, con la deliberazione n. 240/2017/PRSP del 16/10/2017.”

dgc_200418_0170 Riedizione straordinaria Corte Conti

Delibera n. 176  del 27 aprile 2018 :Riaccertamento ordinario dei residui ai fini della formazione del rendiconto 2017 – variazione agli stanziamenti del fondo pluriennale vincolato e agli stanziamenti correlati del bilancio vigente, necessarie alla reimputazione delle entrate e delle spese riaccertate ài sensi dell’art. 3, comma 4, del D.Lgs. n. 118/2011.”

dgc_270418_0176 riaccertamento ordinario rendiconto 2017

Rassegna stampa sul rendiconto 2017 

Bilancio sofferto pressing su Roma

ok al Rendiconto ora legge speciale, a rschio i diritti

Rendiconto 2017 Napoli approva

Rendiconto 2017 disavanzo di 12 milioni rispetto al piano riequilibrio