RIFIUTI, a Napoli è emergenza ? perchè si ferma la differenziata se si ferma l’inceneritore ?

RIFIUTI a Napoli è emergenza?

i nostri amministratori sostengono che non c’è nessuna emergenza rifiuti.

Da queste foto mandate da attivisti della sesta, nona e decima municipalità si direbbe il contrario. O i cittadini non sanno più vedere coi loro occhi la REALTA’? Oppure qualcuno ha perso il contatto con questa realtà.

Una domanda a sindaco, assessore e amministratore di Asia:

perchè si ferma la differenziata se si ferma l’inceneritore?

QUALE E’ IL NESSO?   Vogliamo delle risposte.

Matteo Brambilla portavoce al Consiglio comunale M5s

#IOMIRIFIUTO #ASIA #COMUNEDINAPOLI #RACCOLTADIFFERENZIATA

 

 

Rassegna stampa degli ultimi giorni

28 aprile RIFIUTI Napoli rischia ancora

27 aprile flop rifiuti e normalità mai raggiunta

29 aprile Rifiuti da Napoli riparte la nave carica

29 aprile NApoli incubo rifiuti

1 maggio RIFIUTI, raccolta a rilento cumuli via Marina e Quartieri spagn

04 maggio Rifiuti A2A avviso ignorato il Comune sapeva del blocco

04 maggio ASIA ammette emergenza rifiuti

04 maggio Crisi rifiuti Dema smentito se manca il coraggio delle scelte

04 maggio sito di stocaggio pieno e riciclo a rischio

5 maggio Rifiuti Ortolani differenziare è la vera alternativa

5 maggio Rifiuti IAcotucci Asia ma non chiamiamola emergenza

5 Maggio Rifiuti Pianura situazione al limite

5 maggio Rifiuti slalom dei turisti a Piazza Dante

 

Bagnoli palazzo Via Ilioneo, interrogazione M5s sul degrado urbano

I portavoce del gruppo consiliare del Movimento 5 stelle Francesca Menna e Matteo Brambilla  hanno presentato un’interrogazione sulla messa in sicurezza ed esecuzione di lavori immobile pericolante e verifica delle condizioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità esistenti in corrispondenza  del fabbricato sito in via Ilioneo  n° 51 Quartiere Bagnoli.

Il palazzo di Via Ilioneo a Bagnoli versa in condizioni disastrose in conseguenza del nubifragio che interessò la Città di Napoli il 14 e 15 settembre 2001, e dalla dichiarazione di stato di calamità per le zone colpite.

Dopo quindici  anni i residenti di Bagnoli hanno segnalato la situazione indecorosa ai nostri portavoce della Decima Municipalità.

Interrogazione del 7 giugno 2107 446631_7.06.17 Interrogazione fabbricato Via Ilioneo 51

Interrogazione del 13 aprile 2017 (senza risposta2 interrogazione consiglieri X Municip.

Riscontri alla prima interrogazione al Presidente della Decima municipalità febbraio 2017

1a riscontro Pres. Municipalità

1b fabbricato via ilioneo_capizzi morra nocella

Nell’edificio, si trovano travi di sostengo invecchiate, polvere e detriti, carcasse di topi e puzza: quel posto, oltre a mettere in repentaglio la vita dei bambini  ogni giorno, è diventato anche una discarica e un cimitero di animali, oltre che un rifugio di fortuna per immigrati senza tetto.

Nel 2014 sono stati impegnati i fondi necessari ma perché in tanti anni non è stato attuato alcun lavoro di ripristino dei luoghi ?

qui la determina  detimp_311214_2602

E’ necessario mettere in sicurezza tutta la zona, demolire e ricostruire il palazzo e restituire il decoro urbano al quartiere di Bagnoli.

 

Commissione Ambiente Municipalità

commisione-ambiente-7-novembre

Commissione Ambiente Municipalità 1°e 2°

Questa settimana si sono svolte due audizioni relative alla  prima e seconda municipalità sulle problematiche dell’ambiente, bisogna migliorare la manutenzione del verde e dei parchi cittadini, della raccolta  rifiuti e della videosorveglianza. Combattere l’ inquinamento acustico della movida. Chiaia-San Ferdinando – Posillipo sono tre quartieri che ospitano due dei principali parchi cittadini : la villa comunale e il parco Virgiliano e numerose aiuole che richiedono costante manutenzione.

Matteo Brambilla del Movimento 5 stelle ha ricordato l’importanza di una gestione coordinata del personale di tutte le municipalità, ha chiesto un organigramma aggiornato delle professionalità impiegate.

E’ necessario valutare le attuali condizioni della pista ciclabile e, soprattutto, il delicato tema dell’inquinamento acustico connesso alla movida.

Quest’ultimo punto ha visto concordi tutti i presenti sull’urgenza di individuare soluzioni che garantiscano il rispetto delle regole e la tutela dell’ordine pubblico.

E’ stata ipotizzata anche la chiusura anticipata dei locali, al fine di porre rimedio ad una situazione complessa che non investe solo il territorio della prima municipalità.

Il Presidente della prima  ha spiegato che si sono rivelate molto efficaci le iniziative private per le adozioni delle aiuole, ma molti restano i problemi aperti per risolvere le criticità sul territorio. Molti gli aspetti evidenziati dai consiglieri intervenuti: Francesco Vernetti (De Magistris Sindaco) ha ricordato quanto la presenza dei cantieri Ansaldo renda vulnerabile tutta l’area della Villa Comunale. Vernetti ha auspicato una riunione congiunta delle commissioni Ambiente e Mobilità per avviare un confronto con la Soprintendenza e superare gli ostacoli imposti dai vincoli vigenti.

Per quanto riguarda la seconda Municipalità il problema principale consiste nella raccolta dei rifiuti con i problemi connessi alla viabilità ed al controllo ambientale.  Si auspica un miglioramento della raccolta differenziata porta a porta auspicando i controlli della Polizia Ambientale. Con i rappresentanti della Municipalità hanno  il presidente Gaudini (verdi) Brambilla (Movimento 5 stelle) Vernetti (De Magistris sindaco). Gaudini ha sottolineato che la Polizia Ambientale conta solo 28 agenti in strada impegnati sulle discariche abusive di grandi dimensioni.

Matteo Brambilla ha evidenziato che l’informazione e il coinvolgimento dei cittadini sono decisivi nel sistema della raccolta differenziata, incentivando la raccolta differenziata  con metodologie innovativi , come la creazione di “ecopunti” dove conferire rifiuti in cambio di benefici.  Occorre passare dalla tassa calcolata sui  metri quadri alla tariffa, e per scongiurare l’illegalità utilizzare sistemi di videosorveglianza.