Secondigliano, Chiusura Parco San Gaetano Errico: M5S interroga

“Il Parco San Gaetano Errico chiude a tempo indeterminato”

Questo è il cartello, scritto a penna su un cartone stracciato, che è stato affisso ai cancelli del parco inaugurato al Rione Kennedy di Secondigliano dal Comune di Napoli (giunta Jervolino), nove anni fa.

IL GRUPPO CONSILIARE MOVIMENTO 5 STELLE INTERROGA SULLA CHIUSURA DEL PARCO SAN GAETANO ERRICO DI SECONDIGLIANO

Chiede di sapere

  1. le iniziative dell’Amministrazione per garantire la riapertura del parco e la sua completa fruibilità
  2. se e quali lavori urgenti devono essere eseguiti per assicurare la riapertura al pubbico e la relativa tempistica
  3. il cronoprogramma dei lavori di cui alla deliberazione n. 693/2016 e, in ogni caso, lo stato di attuazione di tale deliberazione.

qui interrogazione inviata il 10 luglio 2017

interrogazione riapertura Parco San Gaetano Errico

planimetria del Parco 50_parco_san_gaetano_errico

ARTICOLI DEL 4 LUGLIO 2017

http://napoli.fanpage.it/chiude-il-parco-san-gaetano-errico-a-secondigliano-per-mancata-sicurezza/

http://www.periferiamonews.com/Secondigliano–dissesti-a-macchia-d%E2%80%99olio-nel-parco-San-Gaetano-Errico–venerd%C3%AC-i-primi-lavori-4913

VII Municipalità: LAVORI IN CORSO PER RIQUALIFICARE IL QUARTIERE

le proposte del movimento cinque stelle napoli nord all’amministrazione comunale

Il movimento cinque stelle napoli settima ed ottava municipalità è nato da un mesetto ma si è subito messo all’opera, attivissimo nel segnalare all’amministrazione problematiche inerenti il territorio e proporne soluzioni nonchè nel chiedere chiarimenti circa lo stato di alcune incresciose situazioni protratte da tempo.
Abbiamo quindi stilato una serie di interrogativi,idee e proposte presentate all’amministrazione comunale, poco fa ho inviato la lettera a sindaco,vice sindaco e vari assessori competenti per le specifiche tematiche.
‘le proposte del movimento cinque stelle napoli nord all’amministrazione comunale’!
Mercoledì 6 Luglio 2011 nella Biblioteca comunale di Piscinola si è svolta la prima ‘assemblea del popolo’.  L’assessore Alberto Lucarelli ha introdotto la sua idea circa ‘i beni comuni’ e la partecipazione diretta della cittadinanza attraverso le future consulte tematiche atrraverso le quali i cittadini potranno direttamente interfacciarsi con l’amministrazione comunale.
Abbiamo constatato che l’amministrazione comunale ha posto grande attenzione alle proposte formulate dalla cittadinanza, un segnale molto importante di cui siamo molto lieti.
Il Movimento Cinque Stelle di Napoli settima ed ottava municipalità in seguito, per settori tematici, presenta alla neo amministrazione comunale alcune apecifiche proposte relative a temi rilevanti per la nostra collettività e solleva degli interrogativi ai quali speriamio ci vengano date al più presto delle risposte.
1. Riqualificazione urbana.
a.   Abbiamo individuato in tale ottica un’area specifica ubicata in Via Limitone d’Arzano, nel quartiere Secondigliano. Lì a poca distanza dalle abitazioni, c’è un area di vaste dimensioni totalmente abbandonata da decenni con annesso un edificio fatiscente e pericolante usato ormai da anni dai tossicodipendenti quale luogo di consumo di ogni tipo di sostanze stupefacenti. Il continuo via vai ad ogni ora del giorno e della notte dei tossicodipendi comporta, come è facilmente intuibile, enormi problemi di vivibilità per i residenti. L’idea che portiamo all’amministrazione è quella di bonificare e riqualificare quest’area oggi abbandonata come sito per la nascente futura isola ecologica del quartiere. Si trasformerebbe così, con una spesa di investimento relativamente contenuta per l’amministrazione e socialmente finalizzata, un esempio negativo di incuria, abbandono e di illegalità in un esempio positivo di virtuoso recupero a favore della collettività con effetti positivi sia sul piano ambientale sia sul piano sociale migliorando le condizioni di vivibilità della zona adiacente.

b. Chiediamo all’amministrazione risposte circa lo stato in cui si trova oggi la biblioteca ‘Dorso’ di Secondigliano chiusa già da qualche anno necessitando di lavori di ristrutturazione.

La biblioteca si trova nel centro storico di Secondigliano, e rappresenta oltre che un patrimonio storico e culturale per il quartiere anche un importante punto di ritrovo sociale. Infatti lì lavoravano diverse associazioni con importanti finalità sociali nel recupero dei minori a rischio, nell’assistenza alle donne vittime di violenza, ed in altri settori con alta valenza sociale. Il comune ha pubblicato il bando di gara per i lavori di restauro a luglio 2010. Sul sito web del comune è possibile consultare il bando ma nulla si sa su l’esito della gara.   La spesa preventivata era di ben 1.280.000 euro  di fondi comunitari. Nel bando era anche previsto di creare un apposito padiglione tematico sulla legalità intitolato a Gelsomina Verde, ed anche uno sportello antiracket. Quindi attendiamo risposte in merito allo stato della gara di appalto, dell’eventuale inizio dell’attività di recupero condotta sullo stabile, ma soprattutto vogliamo sapere quando si prevede che la biblioteca possa essere restituita alla cittadinanza.

2. Trasparenza amministrativa.
a. Ricordando la promessa del neo Sindaco De Magistris di rendere Palazzo San Giacomo “una casa di vetro”, chiediamo all’amministrazione del Comune di Napoli di rendere totalmente trasparenti tutte le attività relative ai lavori pubblici. Chiediamo, cioè, che venga creata una sezione ad hoc sul sito web del comune in cui ogni cittadino possa facilmente avere tutte le informazioni circa uno specifico cantiere oggetto di lavori pubblici: chi ha vinto l’appalto e con quale procedura, nel caso ci fossero, tutti i subappaltanti, quanto è stato già speso, quanto ancora c’è da spendere ancora, se si tratta di lavori in corso il loro stato e la data di consegna dell’opera. Chiediamo inoltre, sopratutto per quanto concerne i grandi cantieri, di attivare rigorosi e periodici controlli sullo stato dei lavori, con possibilità di coinvolgimento anche di rappresententanti dei cittadini.
b. Proponiamo che la partecipazione dei cittadini ai consigli municipali ed al consiglio comunale sia attiva e non solo come semplici spettatori, quindi che sia consentito loro, nelle modalità suggerite dal competente assessorato, di intervenire.
c. Chiediamo che sia estesa l’ottima iniziativa dell’assessore Lucarelli che, sin dalla prima seduta del consiglio comunale, ha reso operativa l’idea della visione in diretta streaming sul sito web del comune delle sedute del consiglio consultabili anche in un apposito archivio storico, anche a tutti i consigli municipali ed alle varie commissioni consiliari.

3. Trasporto pubblico. Chiediamo all’assessore ai trasporti di relazionare alla cittadinanza circa lo stato dei lavori delle tre stazioni della metropolitana in costruzione: Regina Margherita, Secondigliano, Di Vittorio, il cronoprogramma, quanto è stato speso sinora, quanto si spenderà ancora, l’effettiva ubicazione e gli eventuali problemi di carattere finanziario e/o di natura burocratica sorti. Lo stesso si chiede in merito al “restyling” della stazione di Scampia.

Ma sopratutto poniamo il punto sulla trasparenza, vogliamo che al più presto tutti i cittadini possano venire facilmente e sempre a conoscenza per ogni grande cantiere in città: chi ha vinto l’appalto ed in quali modalità ed anche, nel caso ve ne fosssero, tutti i subappalti.

Chiediamo dunque un incontro con i competenti assessori per avere risposte alle problematiche sollevate e conoscere l’orientamento dell’amministrazione comunale in merito alle proposte presentate. Certi che l’amministrazione porrà la dovuta attenzione alle problematiche sollevate, in attesa di risposte a riguardo auguriamo buon lavoro alla neo giunta.

Movimento Cinque Stelle Napoli 7° e 8° Municipalità.

P.s. La presente è stata inviata al sindaco,al vice sindaco nonchè agli assessori: Narducci,Lucarelli,Di nocera, Donati.