CORTE DEI CONTI depositati due esposti dal Movimento 5 stelle

STAMATTINA 25 febbraio 2019 i portavoce in Consiglio comunale Marta Matano e Matteo Brambilla hanno depositato altri due esposti presso la Procura della Corte dei Conti Sezione Regionale per la Campania.  

Questi due esposti riguardano la vicenda TARI e una serie di disfunzioni che hanno provocato mancati introiti per le casse comunali.

Per quanto concerne la vicenda TARI, oltre ad evidenziare il ritardo e la confusione con cui è stata attuata la procedura, che difficilmente produrrà gli incassi sperati, ma anche le spese, per circa due milioni di euro, per implementare i software a disposizione e poter individuare quindi i cittadini che non hanno versato ovvero che hanno versato in parte o in maniera difforme.

I ritardi con cui è stata affrontata la vicenda è frutto della approssimazione con la quale questa Amministrazione – da 7 anni a questa parte – affronta i problemi della organizzazione amministrativa e la gestione della Città nel suo complesso. Come riportato anche dalla stampa odierna, una serie di ricorsi si riverseranno sul Comune, rendendo vana la possibilità di incassare effettivamente le somme previste, causando quindi un danno erariale per il Comune determinato dal mancato incasso e dalle spese per un sistema che comunque non consente di monitorare la problematica dei soggetti tenuti al pagamento delle tasse locali.

Il secondo riguarda invece una serie di operazioni poco trasparenti che determinano, ad avviso dei portavoce una serie di danni erariali.

Il primo riguarda la gestione dei debiti derivanti dalla ricostruzione post-terremoto. Mentre per il famoso CR 8, è stato chiesto, in ritardo e senza addivenire per tempo ad una transazione con il creditore, l’intervento dello Stato, con il Consorzio CN 10 si è proceduto direttamente alla liquidazione del debito. La materia ed il contenzioso è identico per cui se il Comune chiedeva anche in questo caso l’intervento statale si poteva addivenire ad un risparmio di circa 7,5 milioni di euro. Altra questione riguarda la mancata sottoscrizione della convenzione per lo Stadio San Paolo. Il solo fatto della mancata sottoscrizione ha determinato un mancato incasso complessivo di circa 9 milioni di euro. Anche per la gestione di immobili comunali sono stati rilevate una serie di anomalie, solo in parte precisate dagli uffici che riguardano la conduzione di alcuni uffici senza che vengano pienamente utilizzati dal Comune. Su tale aspetto appare emblematica la vicenda dell’ “ex Asilo Filangieri” per il quale, di recente, la Corte dei Conti ha già condannato ex assessori e dirigenti comunali. Infine la vicenda di “Palazzo Cavalcanti” concesso a alcune società a costi molto contenuti senza porre in essere in “servizio a domanda individuale” e senza nemmeno far discutere la proposta di iniziativa consiliare a firma sempre dei portavoce in Consiglio.

I Portavoce Consiglieri comunali Movimento 5 stelle

Marta Matano  Matteo Brambilla

Brambilla (M5s) TARI e il recupero evasione delle gabelle dal 2013 al 2017

Matteo Brambilla portavoce Movimento 5 stelle 29 novembre 2018

dopo la trilogia di Tolkien “il signore degli anelli”, LA GRANDE TRILOGIA DI DE MAGISTRIS “IL SIGNORE DELLE GABELLE”

Sulla delibera 493 è  intervenuto: Brambilla (Movimento 5 Stelle) per annunciare un esposto alla Corte dei Conti sull’atto in esame. In maniera tardiva, ha detto, dopo cinque anni è stata predisposta una delibera per accertare l’evasione Tares e Tari, dopo anni in cui è mancato qualsiasi controllo, e quindi è difficile dare credibilità a questa scelta. Brambilla ha poi preannunciato un allontanamento dall’aula al momento del voto.

dopo la trilogia di Tolkien “il signore degli anelli”, LA GRANDE TRILOGIA DI DE MAGISTRIS “IL SIGNORE DELLE GABELLE”

Delibera di G. C .n. 493 del 25.10.2018 avente ad oggetto: Variazione del bilancio di previsione 2018/2020 – annualità 2018 per l’approvazione del progetto TARI finalizzato alla manovra di riequilibrio del bilancio comunale a seguito della delibera n. 107/2018 della Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo per la Campania – Approvazione da parte della Giunta Comunale con i poteri del Consiglio Comunale ai sensi dell’art. 175 comma 4 D.Lgs. 267/2000. Variazione del bilancio di cassa 2018 ex art. 175 comma 5 bis lettera d) del D.Lgs. 267/2000. Vice Sindaco Panini

Approvata per appello nominale con 24 voti favorevoli

DGC 493 25.10.2018 Variaz Bilan cassa 2018 ProgetTARI

ParCollRev DGC 493 25.10.2018

RASSEGNA STAMPA EVASIONE TARI

TAsse il comune scopre 30 mila famiglie fantasma

dema punta su IMU e Tari

 

TARI , interventi Menna e Brambilla (M5s) su delibera di modifica del regolamento

TARI, FRANCESCA MENNA, CAPOGRUPPO DEL MOVIMENTO 5 STELLE HA PRESENTATO DUE EMENDAMENTI SUL REGOLAMENTO i 2 emendamenti sono stati respinti.

intervento di Matteo Brambilla su delibera regolamento TARI. Nessuna condivisione con le opposizioni nella stesura del regolamento nelle commissioni.

Delibera di G.C. n.103 del 15.03.2018 di proposta al Consiglio: Modifiche al Regolamento TARI approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 17 del 30 marzo 2017. Approvazione del Regolamento TARI 2018. Assessore: Panini 

Messa in votazione, la delibera 103 è stata approvata a maggioranza con contrarietà di Guangi, Nonno, Ulleto, Movimento 5 stelle.

DELIBERA   dgc_150318_0103.pdf regol TARI 

Parere del Collegio dei Revisori dei Conti parere_alla_delibera_n._103_del_15.03.2018_x_intranet

L’assessore Panini, con l’Aula presieduta dal vicepresidente Frezza, ha quindi illustrato la delibera n. 103 del 15/3/2018 sul Regolamento TARI; le principali novità introdotte, ha spiegato l’assessore, riguardano il rafforzamento della normativa comunale in tema di contenzioso prodotto dai contribuenti e di contrasto ai fenomeni evasivi; vengono introdotti una nuova categoria di utenza per le locazioni brevi, sistemi alternativi per la presentazione delle dichiarazioni, privilegiando la presentazione digitale con la possibilità di utilizzare anche gli uffici di relazione con il pubblico delle Municipalità; per semplificare il rapporto con i cittadini, infine, la modalità di compensazione con altri tributi in alternativa al rimborso, su richiesta del contribuente. Si è detto disponibile, l’assessore, a modificare la previsione di riduzione degli sconti sulla tassa per il compostaggio domestico.
Nel dibattito è intervenuto il consigliere Brambilla (Mov. 5 Stelle) che ha rilevato che nel regolamento sono state compiute scelte politiche e suggerito che le modifiche regolamentari siano discusse e condivise in commissione con l’ausilio dei tecnici ed in tempo utile.

29 marzo emendamenti delibera di proposta n. 103 del 2018